Juventus, la maledizione di San Siro: non perdeva contro Inter e Milan dal 2010

Juventus, la maledizione di San Siro: non perdeva contro Inter e Milan dal 2010

Serata nera per la Juventus. Rossonera, per essere più precisi. I campioni d’Italia devono arrendersi alla prodezza di Locatelli e uscire dalla Scala del Calcio a mani vuote. Una sensazione già provata un mese fa, quando gli uomini di Allegri crollarono sotto i colpi di Icardi e Perisic. La Juventus non sa più vincere, almeno a San Siro. Anzi, non sa più giocare. Perché nei due confronti con le milanesi, è bastata una piccola dose di coraggio degli avversari per andare in difficoltà. E una squadra che punta a far bene in Italia, ma soprattutto in Europa, non può permetterselo.

Che all’improvviso il San Siro sia diventato un tabù per i bianconeri? Sicuramente in match come questi la temperatura sugli spalti sale vertiginosamente minuto dopo minuto. E questo fattore può incidere sul risultato. Ma da qui a dire che ci sia una maledizione, ne deve passare di acqua sotto i ponti.

L’ultima volta che la Juventus è uscita a testa bassa in entrambe le gare di Milano, infatti, risale alla stagione 2009/10. Alla guida dei bianconeri c’era Zaccheroni, mentre Leonardo e Mourinho sedevano sulle due sponde opposte dello stesso fiume. Ad aprile 2010, la Juventus soccombeva contro i nerazzurri 2-0, con Maicon ed Eto’o a spianare la strada verso il 18esimo scudetto. Un mese dopo, stessa sorte contro i rossoneri, ma con un risultato ancor più ampio. Tre a zero. A segno Ronaldinho (doppietta) e Antonini.

Al termine di quella stagione l’Inter trionfava in Italia e in Europa, mentre il Milan raggiungeva il terzo posto. La Juventus? Solamente un settimo posto, alle spalle di Sampdoria, Palermo e Napoli. Ma il tempo di Conte doveva ancora arrivare. Bisognava ancora aspettare un campionato per vedere all’opera l’attuale Juve dei record.