Italia, Ventura chiama 21 uomini che non saranno a disposizione dei club

Italia, Ventura chiama 21 uomini che non saranno a disposizione dei club

Torna la sosta per le nazionali ed il c.t. Giampiero Ventura convoca i 21 calciatori che non potranno prepararsi con i propri club d’appartenenza nelle prossime due settimane.

In porta il solito Buffon, il miglior portiere del nostro campionato non ha avuto un inizio particolarmente entusiasmante, ma resta sempre la sicurezza tra i pali, non solo per il mister Allegri.
Gli altri due colleghi, sono più giovani (Perin e Donnarumma), quest’ultimo ancora diciassettenne sta dimostrando tutta la bravura non solo al Milan ma a tutti gli addetti ai lavori, un Buffon moderno per sintetizzare.
Perin, più anziano del portiere rossonero, ormai è già maturo da tempo, e non sono solo le voci di mercato a confermarlo, ma l’ottimo score di reti subite dal Genoa.
In difesa mancherà Barzagli (causa l’infortunio alla spalla), al suo posto Davide Astori anch’egli in forma, lo testimonia il fatto che insieme alla Juventus ed il Genoa, la Fiorentina è la miglior difesa.
Sempre presente Bonucci, c’è anche Darmian nonostante Mourinho non gli dia spazio sulla fascia, un pò di Milan con Romagnoli, De Sciglio e Antonelli.
Conclude il reparto di difesa Rugani, chiuso da Benatia ma sempre pronto a dimostrare il suo valore, ed Izzo, il classe 92 del Genoa non sta sfigurando vicino al collega di reparto Burdisso.
 
A centrocampo la sorpresa Sansone (ora al Villareal), Politano e Cataldi gioventu’ con esperienza in campo dimostrata nei rispettivi club.
Un’ altro giovane come Gagliardini è stato preso in considerazione da Ventura visto che il momento ottimo dell’Atalanta è merito sopratutto suo. 
Verratti, Insigne, Candreva, De Rossi e Parolo sono la parte più esperta del gruppo, insieme a Bonaventura e Bernardeschi, titolari inamovibili rispettivamente di Milan e Fiorentina.
Novità in attacco: partiamo da Zaza che al West Ham non si è dimostrato lo stesso della stagione scorsa, quando entrava a partita in corso e spesso risolveva le partite in bianconero.
Immobile premiato più per il momento positivo con nove reti all’attivo, vero trascinatore dell’attacco biancoceleste, stesso discorso per l’inarrestabile Belotti che nonostante l’infortunio di inizio stagione è tornato quello dell’anno scorso.
Per concludere il gruppo, insieme ad Eder e Pavoletti, si aggiunge la prima convocazione per Lapadula: due anni fa l’attaccante del Milan era in lega pro, domenica ha dimostrato di essere maturato segnando un grande goal di tacco a Palermo.