Milan, Yonghong Li: “Grande responsabilità. Ringrazio Berlusconi e Fininvest”

Milan, Yonghong Li: “Grande responsabilità. Ringrazio Berlusconi e Fininvest”

Closing firmato, passaggio di consegne avvenuto. Tutto pronto. E’ terminata da poco la conferenza stampa che ha presentato la nuova proprietà del Milan. Presenti il nuovo proprietario del Milan Li Yonghong e l’ad Marco Fassone

Tutto pronto per la conferenza stampa che presenterà la nuova proprietà del Milan alla stampa. Presenti circa cento giornalisti da tutto il mondo.

11.25: inizia la conferenza stampa, presenti Li Yonghong, Han Li e Marco Fassone

Ecco le prime parole da presidente del Milan di Yonghong Li: “Desidero ringraziare Silvio Berlusconi e Fininvest per la fiducia riposta in noi. Il Milan è un club dalla gloriosa storia. Negli ultimi trent’anni il Milan ha vinto innumerevoli trofei. Tutti questi successi fanno sì che i tifosi si aspettano molto da noi. Il team di manager a nostra disposizione è di alto livello, sono professionisti importanti. Abbiamo da tempo delegato Fassone per preparare il Milan del futuro. Noi confidiamo che il Milan alla sua guida possa essere sempre competitivo nel mondo. Il nostro obbiettivo è nel futuro far sì che sempre più tifosi rossoneri possano amare questa squadra. Forza Milan“.

Dopo il discorso iniziale del nuovo Presidente, prende la parola Marco Fassone che ringrazia la nuova proprietà: “Ringrazio il signor Li e il signor Han per la fiducia, un pensiero a Barbara Berlusconi e Adriano Galliani che in questi mesi si sono comportati perfettamente nei miei confronti. Ringrazio anche voi giornalisti per la pazienza che avete avuto in tutto questo tempo. Ultimo pensiero ai tifosi rossoneri: abbiamo scelto il silenzio, rendendo più difficile capire cosa succedeva, ma è stata scelta giusta. Ora saremo aperti e trasparenti“.

Fassone sul dopo closing: “Da oggi inizio a fare un’attività che mi compete, riprendo a fare il mio mestiere. Ho avuto modo di studiare l’attività di questo club in questi mesi e sono pronto“.

Sul rinnovo di Donnarumma: “Vi confermo che c’è tutta la considerazione che Gigio merita. Sarà una colonna per il Milan del futuro. E’ una nostra priorità“.

Fassone sul budget a disposizione: “Abbiamo le idee chiare. Ci metteremo a tavolino con Montella per comunicargli le nostre idee. Sarà un budget importante. Il presidente non mi ha nascosto che la volontà è quella di costruire un grande Milan“.

Su Montella: “Ho grande stima per lui. Totale appoggio e sostegno per Montella“.

Sulla famiglia Berlusconi: “Barbara continuerà ad essere a capo di Fondazione Milan. Voglio ringraziare gli uomini Fininvest che hanno compreso come la volontà di andare avanti fosse molto forte”.

Fassone sugli obbiettivi futuri: “La Champions è per noi imprescindibile. Dal prossimo anno l’obbiettivo sarà quello di tornare a qualificarci in Champions e in questo la UEFA ci ha dato una grossa mano visto che accederanno quattro squadre“.

Sui rinnovi: “Non abbiamo un calendario incontri, era giusto attendere la giornata di oggi. Da domani ci metteremo al lavoro e molti telefoni squilleranno. Vogliamo una bandiera nel nostro club. Farò una chiacchierata con Franco Baresi e Filippo Galli”.

Sul derby: “Ho lasciato l’Inter dopo un derby, ricomincio con un derby. Non potevo chiedere partita migliore. Sarà un’emozione grandissima. Speriamo che il risultato sul campo sia positivo per noi“.

Sui primi obbiettivi nei primi 100 giorni: “Dobbiamo pensare a costruire la squadra del 2017/18. Il prolungarsi della trattativa ci ha obbligato a cambiare qualche idea, ma vogliamo arrivare a inizio ritiro con il 60-70% della rosa completata. Inoltre, cercheremo di aumentare il nostro mercato in Cina; sarebbe per noi, ma per tutto il calcio occidentale, una novità eccezionale dal punto di vista del merchandising e del marketing. Il Milan in Cina è visto come qualcosa di straordinario“.

Sulla questione stadio: “L’esperienza stadio nuovo è fondamentale per i fatturati. Lo stadio è una di quelle cose importanti che vogliamo fare in un arco temporale non brevissimo, sappiamo come funziona in Italia, ma relativamente corto“.

Sulla squadra: “Dall’esterno ho visto una rosa con un grande talento. Siamo i più giovani della Serie A, una squadra ricchissima di talenti. Faremo innesti di esperienza e abituati alle grandi competizioni per farci diventare grandi. Pronostico derby? Non saprei, ma contro le squadre forti quest’anno il Milan ha fatto le partite migliori“.

Sul settore giovanile: “Non si può prescindere dall’avere giocatori italiani in squadra, anche per regolamento. Per fortuna già abbiamo una sana riserva di talenti, non abbiamo in testa di comprare solo profili stranieri. Galliani mi ha raccontato che nel settore giovanile ci sono un paio di giovani fortissimi”.

Ancora sul mercato: “Non c’è un settore specifico della squadra sul quale interverremo. Sui profili di mercato, alcuni nomi che sono stati fatti in questi mesi (Aubameyang, Benzema, ecc.) ci piacciono. Vorremmo prendere almeno due profili importanti. Deulofeu? Ha un potenziale enorme. Ne parleremo col mister e poi vedremo“.

Su Mancini: “Roberto è uno dei più grandi allenatori e gli auguro di trovarsi presto una squadra. Noi abbiamo Vincenzo. E’ lui l’allenatore del Milan del futuro e ci fidiamo ampiamente“.

 

Fonte foto: www.imagephotoagency.it