Pari, gol e emozioni a Firenze: la Fiorentina rimonta in 10, col Pescara è 2-2

Pari, gol e emozioni a Firenze: la Fiorentina rimonta in 10, col Pescara è 2-2

Il Pescara in vantaggio 2-0 e in 11 contro 10 grazie a Caprari e Bahebeck si fa rimontare dalla Fiorentina con Saponara e Vecino: è 2-2. Emozioni per l’addio a Gonzalo Rodriguez

Il clima è da amichevole estiva anticipata e non poteva essere altrimenti. Due squadre senza niente da chiedere alla classifica, ambedue deluse dalla stagione. Tra Fiorentina e Pescara finisce 2-2, con gli abruzzesi avanti 2-0 e sopra di un uomo. Ma la viola ha lo scatto d’orgoglio e impatta nel finale.

Il vivaio Roma punisce la Fiorentina in contropiede. Al 15′ la viola si fa trovare già scoperta in un quattro contro due. Verre guida l’assalto e serve Caprari. La finta è quella che si aspettano tutti, tranne Tomovic: rientra sul destro e interno a giro sul secondo palo. Niente da fare per il giovane Dragowski.

La mazzata per la viola arriva al 37′. Chiesa, ammonito per aver allontanato volontariamente il pallone, entra in ritardo su Caprari. L’arbitro Martinelli, all’esordio in serie A, ignora il clima soporifero del match e punisce il giovane viola. Doccia anticipata e resto della partita in 10.

Nella giornata dell’addio a “er capitano“, saluta anche “‘l hapitano“. Rodriguez lascia il posto a Borja Valero al 58′ e il pubblico viola lo omaggia. Sarà addio a fine stagione dopo cinque stagioni da leader. Prima dentro anche il giovane Ianis Hagi, 18 anni, figlio del più celebre Gheorghe. I cambi non portano la scossa, anzi. Arriva il colpo del possibile ko.

Caprari stavolta fa assist, Bahebeck fa centro. Ancora colpevole Tomovic, che tiene in gioco il giovane francese lanciato a tu per tu col portiere. Prova ad impattare Saponara, che in pochi minuti prima accorcia su assist di Babacar, poi sbaglia a porta praticamente sguarnita. Ma proprio quando sembrava giungere la prima vittoria esterna per il Pescara, ecco il bolide di Vecino per il 2-2. La viola la riprende, il pubblico gode. Così così.


Pillola di Fanta

Federico Chiesa ha ricevuto oggi il primo cartellino rosso della sua giovane carriera in serie A. Severa, ma a termine di regolamento corretta l’interpretazione dell’arbitro. L’espulsione ha avuto un peso relativo sulla partita, vista la scarsa posta in palio. Ma Chiesa la pagherà con una giornata di squalifica nella prossima stagione. Segnatevelo, tra gli appunti per la prossima asta. STOPPATO

foto www.imagephotoagency.it