Italia-San Marino, il ct Ventura in conferenza stampa: “Iniziato un ricambio generazionale. Nei prossimi anni saremo la squadra da battere”

Italia-San Marino, il ct Ventura in conferenza stampa: “Iniziato un ricambio generazionale. Nei prossimi anni saremo la squadra da battere”

Alla vigilia dell’amichevole che andrà in scena ad Empoli tra Italia e San Marino, il ct Ventura ha parlato in conferenza stampa soffermandosi sul futuro della Nazionale

Domani la Nazionale di Giampiero Ventura giocherà un’amichevole contro i “vicini di casa” del San Marino. Non un impegno proibitivo per gli azzurri che al Castellani affronteranno la prima delle 2 amichevoli che precedono la gara (valevole per le qualificazioni a Russia 2018) contro il Lichtenstein. Come da consuetudine Ventura ha presentato il match in conferenza stampa. Ecco le sue parole: “Domani dobbiamo verificare i progressi fatti negli stage. Non sarà importante il risultato in sé, ma la maniera in cui questo maturerà. Dobbiamo dare a questi ragazzi la possibilità di entrare dalla porta principale della Nazionale. Nei prossimi anni saremo la squadra da battere. Domani non è importante se vinciamo ma come vinciamo. Non sono importanti i gol ma le giocate che porteranno ad essi. Voglio vedere lucidità e intensità. Formazione? Dico solo che giocherà Scuffet“.

Una nazionale dal futuro dorato: “Siamo cresciuti tanto dopo la partita contro la Francia. Era impensabile fare quello che abbiamo fatto noi in 8 mesi. Per questo motivo ho ringraziato pubblicamente i club e gli allenatori per aver fatto giocare tanti giovani italiani. Abbiamo intrapreso un percorso di ricambio generazionale. Tanti giocatori non sono ancora pronti, ma tra pochi anni lo saranno. Quello che abbiamo fatto è solo l’inizio. Il punto di partenza”.

Infine un commento sulla vicenda Totti: “Non posso esprimere un giudizio sul caso Totti-Spalletti. Quando non sei dentro alla vicenda è difficile parlarne. Un ruolo alla Oriali per Totti? Intanto mi auguro che Lele rimanga. In caso dovesse andar via servirebbe un nome di grande spessore, che possa essere da esempio per questi ragazzi. Totti sarebbe un punto di riferimento, come lo è adesso Oriali per questi giovani”.


Pillola di Fanta

Tanta gavetta per Giampiero Ventura prima di approdare in Nazionale. Il tecnico ligure ha militato tanti tra Serie A e Serie B prima di stabilirsi dal 2011 nella panchina del Torino. Dopo l’Europeo di Francia, la chiamata più attesa: quella della Federazione italiana. CULTURA DEL LAVORO


(Fonte foto: www.imagephotoagency.it)