Juventus, l’odio in radio: “Dovrebbe precipitare l’aereo che li porta a Cardiff”

Juventus, l’odio in radio: “Dovrebbe precipitare l’aereo che li porta a Cardiff”

Durante una trasmissione radiofonica un uomo manifesta il suo odio per la Juventus e il conduttore non lo interrompe, anzi, lo incoraggia

Riprendono le manifestazioni di odio nei confronti della Juventus. Sabato sera, durante la trasmissione radiofonica ‘Made in Bo’, in onda su Radio Bologna International, un tifoso bolognese si è così espresso: “Questi – riferendosi alla squadra bianconera – riescono anche a rubare le partite che non contano niente. Spero che l’aereo che li porterà a giocare la finale di Champions League precipiti

Ciò che ha fatto infuriare di più i tifosi bianconeri e ha portato Paolo Pedrini, presidente della Radio, a sospendere la trasmissione è stato l’atteggiamento del conduttore. ‘Il Tosco’, famoso conduttore-ultrà della zona, ha infatti interrotto Leo Vicari, altro giornalista presente e che cercava di dissociarsi dalle dichiarazioni precedenti, dicendo al tifoso: “Vai avanti, continua: la tua non è affatto ipocrisia, io voglio la morte di tutti gli juventini“.

Il radioascoltatore non si è fermato e ha aggiunto: “Odio tutti quelli che indossano quella maglia di merda e che sono la vergogna del calcio. Mi fanno schifo e spero che venga giù il loro aereo”. Il conduttore ha rincarato la dose “Vai avanti, sei la mia voce, sei il mio idolo“.

Il già citato Paolo Pedrini, non è soltanto il presidente della radio è anche il presidente della società che gestisce il merchandising del Bologna e il temporary store di Borgo Panigale. Dunque non ci ha pensato un secondo a stigmatizzare l’atteggiamento del Tosco e a chiudere la trasmissione con effetto immediato. Inoltre ha aggiunto: “Chiederò i danni a chi ha diffuso sul web solo una parte della trasmissione, quella al centro delle polemiche, non il successivo intervento dell’emittente”.

Senza dimenticare che oggi, 29 maggio, ricorre il 32esimo anniversario della strage dell’Heysel.