Juventus, Marchisio carica l’ambiente in vista della finale: “Credo tanto nella vittoria”

Juventus, Marchisio carica l’ambiente in vista della finale: “Credo tanto nella vittoria”

Claudio Marchisio non si nasconde. A tre giorni dalla finale di Cardiff contro il Real Madrid il centrocampista bianconero ribadisce l’intenzione di vittoria della sua squadra

Ormai ci siamo. Mancano solo 3 giorni all’appuntamento più atteso della stagione bianconera: la finale di Champions League contro il Real Madrid. Ancora 72 ore e poi il Millenium Stadium di Cardiff accenderà i riflettori sulle due protagoniste. Da una parte le merengues di Zinedine Zidane, dall’altra la vecchia Signora di Massimiliano Allegri. Per entrambi gli allenatori quella del 3 giugno sarà la seconda finale della carriera, con la differenza che per il tecnico juventino la prima finale è stata una sconfitta (a Berlino contro il Barcellona). Protagonista di quella finale fu Claudio Marchisio, che ai microfoni di “Premium Sport” ribadisce la sua voglia di rivincita. Ecco le sue parole: “Ci credo tanto nella vittoria finale. In questi 2 anni siamo cresciuti, soprattutto mentalmente. Entrambe le squadre hanno grandi campioni. Servirà tanta bravura e anche tanta fortuna.

Sulla finale: “Sarà una grande partita. Molto difficile. La finale del 2015 ci ha dato grande consapevolezza. Ora possiamo giocarcela ad armi pari e cercare di vincere il trofeo”.

Infine una veloce analisi del Real Madrid e del suo pericolo numero uno, CR7: “Ronaldo è cambiato tanto in questi anni. E’ diventato una vera prima punta, anche più di Benzema. Dovremo essere bravi a concedergli il meno possibile. Ovviamente dovremo fare attenzione a tutti i giocatori del Real. Anche noi però abbiamo i nostri campioni. Sarà una finale bellissima”.


Pillola di Fanta

Una vita in bianconero per Claudio Marchisio. Il “principino”, rinominato in questa maniera dai tifosi juventini ha giocato tutte le giovanili nella Juventus, diventando l’emblema della rinascita post calciopoli della vecchia Signora. BANDIERA