Juventus, parla Zidane: “Grande rispetto per Allegri e Buffon è un leader nato”

Juventus, parla Zidane: “Grande rispetto per Allegri e Buffon è un leader nato”

Zinedine Zidane elogia tecnico e portiere bianconeri. L’allenatore del Real Madrid si gode un Cristiano Ronaldo al top e si prepara per la sfida alla sua Juventus

La finale di Cardiff sarà molto più che una partita per Zinedine Zidane. Per il tecnico del Real Madrid, infatti, quella alla Juventus è un’esperienza rimasta nel cuore, durante la quale ha anche vinto il Pallone d’Oro. L’allenatore francese ha rilasciato un’intervista al sito ufficiale della UEFA, in cui parla della sua esperienza alla guida del Real, di Cristiano Ronaldo, della finale di Champions persa quando giocava alla Juventus, di Allegri e di Buffon.

Sulla sua esperienza come allenatore: “Sono felice che mi sia stata data questa possibilità. Non è un lavoro facile, ma per me il calcio è una passione. Ho lavorato duro e ho speso tre o quattro anni per prepararmi a diventare un allenatore. Adesso ho la possibilità di guidare questo grande club e posso vivere la mia passione giorno per giorno. Abbiamo uno staff fantastico, ma quello che siamo riusciti ad ottenere lo dobbiamo anche ai grandissimi giocatori che sono in rosa”.

Su Cristiano Ronaldo: “Abbiamo discusso insieme e insieme abbiamo preso una decisione sul suo ruolo e sulle partite che deve giocare. A volte ha dovuto riposare, non perché non sia in condizione fisica, ma perché vuole arrivare al finale di stagione, quando tutto è in palio, al top della forma. Quest’anno ha giocato tantissimo, ma ci sono state delle occasioni in cui ha dovuto riprendere fiato. Adesso è pronto per questo finale. Non si è trattato solo di questa stagione, ma di tutta la carriera, in cui ha giocato 60-70 partite stagionali. Arriva un punto in cui è necessario riprendere fiato. È arrivato a più di 400 gol col Real, sono statistiche impressionanti, ma con lui tutto è possibile”.

Sulla finale del ’98 persa con la Juve: “Momenti così sono difficili e tristi, ma sono parte della carriera di ogni giocatore e vanno accettati. Sono contento di aver poi vinto la competizione col Real Madrid. In carriera ci sono sia momenti brutti che belli, è normale”.

Su Allegri: “Si merita tutto ciò che è riuscito ad ottenere. Ha mostrato di essere tra i migliori allenatori al mondo. Ha ricostruito, o comunque migliorato, la squadra bianconera. Ovviamente ciò dipende anche da società e giocatori, ma prima di tutto c’è il progetto dell’allenatore. Ho un grande rispetto per lui”.

Su Buffon: “È un leader nato. Ha mostrato di essere un giocatore strepitoso per tutta la sua carriera. È leader in campo e un grande capitano. Tra tutti i giocatori che ha incontrato, ha sempre guardato ai suoi colleghi come professionisti. Questa è la dimostrazione del tipo di persona che è, oltre ad essere un portiere eccezionale e un vero leader”.


Pillola di Fanta

Allegri ha annunciato in conferenza che davanti giocheranno i fantastici quattro. Il Pipita vuole battere il record di club a una sola lunghezza. Più che una partita sarà una festa in campo, con un occhiolino strizzato al Real Madrid e contro un Bologna che non ha più nulla da chiedere al campionato. Dentro quindi Pipita&co. TANGO ARGENTINO