Sassuolo, Di Francesco in conferenza: “Qui tanta serenità, il mio futuro nei prossimi giorni”

Sassuolo, Di Francesco in conferenza: “Qui tanta serenità, il mio futuro nei prossimi giorni”

Ormai al dolce, Eusebio Di Francesco si prepara all’ultima gara in panchina al Sassuolo. Ecco le sue parole prima della trasferta di Torino

Domenica, a Torino contro il Torino, sarà l’ultima panchina neroverde per mister Di Francesco che tanto, tanto bene ha fatto nel suo percorso in terra emiliana. Tante le vittorie e tutte da gustare come spesso sono arrivate: il bel gioco un suo marchio di fabbrica.

L’allenatore abruzzese è pronto, ormai quasi certamente, a prendere il posto di Spalletti alla Roma e salutare il suo Sassuolo: un’eredità davvero pesante con una barca di responsabilità a proprio carico, a partire dalla sfida scudetto fino alla corsa Champions League.

La sua conferenza stampa:

Sul futuro: “La risposta tra domani e lunedì, quando incontrerò la società e valuteremo il da farsi. Sarà fondamentale il dialogo che avrò con Squinzi, c’è da riaprire un ciclo qui e la programmazione deve continuare. A prescindere che ci sia io o qualche altro allenatore”

Sulla carriera al Sassuolo: “Voglio ricordare in particolare il 18 maggio del 2013: mai dimenticare da dove arriviamo. Metto questa data sopra tutte, poi l’Europa che è stato un sogno per tutti. Ma sono legato a tutto e tutti, anche a questa sala stampa perché è di una serenità introvabile altrove”

Sul Torino: “Partita difficile ed importante. Quest’anno siamo sempre cresciuti nel finale e sarà fondamentale migliorare nella fase intermedia in futuro. In settimana abbiamo svolto il solito lavoro. La formazione? Consigli in dubbio, dentro Pegolo. Fuori Duncan e Dell’Orco, da valutare Acerbi”


Pillola di Fanta

Se avete un portiere da rimpiazzare a Consigli, non è andata poi così male: Belotti vorrà riprendersi tutto quello che gli è mancato nell’ultimo mese. E quale occasione migliore se non l’ultima giornata in casa?! Con Duncan out, pronto ancora Sensi a rimpiazzarlo fedelmente. Scalpitano Antei e Letschert per sostituire Acerbi se dovessa dare forfait.