Dani Alves svela i motivi dell’addio alla Juventus: “Non sono un pazzo che voleva cambiare le regole”

Dani Alves svela i motivi dell’addio alla Juventus: “Non sono un pazzo che voleva cambiare le regole”

Dopo le frecciatine arrivate nella giornata di ieri, Dani Alves è tornato a parlare dei motivi che lo hanno portato a dire addio alla Juventus

Le dichiarazioni rilasciate ieri da Dani Alves durante la presentazione con il PSG hanno fatto discutere nelle ultime ore. Oggi, nel corso di un’intervista rilasciata all’Equipe, il terzino brasiliano ex Juventus è tornato a parlare dei bianconeri. Questa volta spiegando i motivi che lo hanno spinto a salutare i campioni d’Italia dopo un solo anno.

L’ex Barcellona ha dato la colpa alle regole imposte dai bianconeri, che avrebbe voluto leggermente meno restrittive: “All’inizio ho faticato molto, non mi capivano, sia in campo che fuori. Nello spogliatoio non si poteva mettere la musica. Io non posso vivere senza musica, senza ballare. Non sono un pazzo che voleva cambiare le regole. Io amo quando l’atmosfera è gioiosa, non quando ognuno sta sulle sue. Io penso al bene del collettivo. Ho sentito un po’ di sospetto. Poi tutto è migliorato e abbiamo fatto una buona seconda parte di stagione.”

Pillola di Fanta

Anche se alla fine non è arrivata la Champions, la stagione di Dani Alves tutto sommato si può reputare positiva. L’esterno brasiliano, dopo le difficoltà riscontrate ad inizio stagione, si è infatti riscattato alla grande nella seconda parte aiutando i bianconeri a vincere Scudetto e Coppa Italia e ad approdare in finale di Champions. ESPERIENZA