Calciomercato, si pensa all’abolizione della sessione invernale

Calciomercato, si pensa all’abolizione della sessione invernale

I grandi club europei sarebbero già d’accordo per rivoluzionare ulteriormente il calciomercato, dopo la decisione della Premier League di chiudere la sessione estiva prima di inizio campionato

La sessione di calciomercato invernale potrebbe scomparire per sempre. Questa è l’ultima suggestione lanciata dal tabloid The Sun, dopo che la stessa Premier League ha reso nota nei giorni scorsi la decisione di chiudere il calciomercato estivo il giovedì precedente all’inizio della stagione agonistica. I maggiori club europei sarebbero, quindi, già d’accordo con questa proposta. Tuttavia una decisione non sembra possa essere presa a breve, essendo un’idea ancora in fase embrionale.

La sessione di mercato di gennaio, introdotta dall’Uefa nel 2003, è da sempre vista come una “finestra di riparazione” per ovviare alle imperfezioni delle proprie squadre o, nei casi più seri, alla sostituzione di giocatori infortunati in determinati ruoli. Ma la sempre più sproporzionata circolazione di denaro nel “mondo calcio” e lo strapotere di alcuni procuratori e dei propri assistiti ha costretto i principali club a trovare delle contromisure a questa situazione quantomeno paradossale. Basterà ridurre/eliminare le sessioni di mercato per limitare i danni? Difficile dirlo, ma è già un passo avanti l’essersi resi conto che non si può più andare avanti così, ed è necessario fare tutto il necessario per riportare il calcio al suo “fascino originario”.


CLICCA QUI PER SCARICARE LA GUIDA ALL’ASTA DEL FANTACALCIO 2017/18


💊 Pillola di Fanta 

Uno dei colpi “milionari” della scorsa sessione di calciomercato invernale in Serie A è stato il passaggio di Roberto Gagliardini dall’Atalanta all’Inter. Autore di 2 gol e 1 assist la scorsa stagione, in 18 presenze, il centrocampista nerazzurro ha vissuto un momento di leggero smarrimento, con qualche errore di troppo in campo. Tuttavia Luciano Spalletti punta molto sul ventitreenne ex Vicenza, e la dimostrazione è il suo impiego da titolare negli ultimi due match. IN RIPRESA