Juventus, l’Uefa chiude un occhio: nessun provvedimento per Higuain

Juventus, l’Uefa chiude un occhio: nessun provvedimento per Higuain

L’Uefa ha deciso di ignorare il brutto gesto compiuto dall’attaccante bianconero rivolto ai tifosi del Barcellona

Oltre al danno, la Juventus e Higuain hanno rischiato pure la beffa. Già, perché subito dopo la sostituzione dell’argentino nei minuti finali del big match di ieri sera al Camp Nou, il numero 9 – ex Real Madrid – ha pensato bene di sfogare la sua rabbia contro i tifosi avversari che lo avevano fischiato al momento del cambio (leggi qui per sapere cosa è successo). Questo è comunque un gesto antisportivo non nuovo a calciatori ed allenatori in situazione di questo genere. Lo stesso tipo di comportamento era stato tenuto, ad esempio, nel gennaio 2016 da Roberto Mancini – allora ancora allenatore dell’Inter – verso i tifosi rossoneri, ma anche da Luis Suarez – ai tempi del Liverpool – contro i sostenitori del Fulham. Entrambi furono sanzionati per una giornata.

È stato invece recentemente graziato Carlo Ancelotti in Bundesliga, per aver rivolto il dito medio ai tifosi dell’Herta Berlino. Stessa sorte dell’ex allenatore del Milan è toccata proprio a Gonzalo Higuain, graziato dal giudice sportivo. L’Uefa ha infatti deciso di chiudere un occhio sul brutto gesto dell’argentino, cercando probabilmente di calarsi nel contesto: un giocatore che ha drasticamente fallito una partita importante ed esce sconfitto a testa bassa da uno stadio che non lo ama – per usare un eufemismo – può essere nervoso. Sospiro di sollievo dunque anche per la Vecchia Signora, che anche per la prossima partita di Champions – mercoledì 27 settembre all’Allianz Stadium contro l’Olympiakos – potrà contare sul “Pipita”.