Lazio, Lotito: “Dispiace che non si parli di noi. Inzaghi l’ho scoperto io”

Lazio, Lotito: “Dispiace che non si parli di noi. Inzaghi l’ho scoperto io”

Il presidente biancoceleste tuona contro i giornalisti: “Nessuno parla della nostra impresa. Qui ci sono dei gioielli…”

Dopo la tanto sorprendente quanto straripante vittoria della Lazio contro il Milan di Montella, il presidente biancoceleste Claudio Lotito rimprovera ai giornalisti di non dare abbastanza peso alla sua squadra: “Tutti parlano del crollo del Milan, ma non della nostra impresa. Comunque è un bene che non ci considerino tra le favorite, i campionati non si vincono sui giornali. Io lo so bene visto che sono uno che per quanto riguarda la politica sportiva dà fastidio: questo perché sono autonomo e indipendente“. Il numero 1 laziale avverte: “Nel calcio ci sono giocatori e allenatori, ma non presidenti. Importante è che ci siano presidenti-tifosi e non il contrario, altrimenti rischia di accadere ciò che già succede in altre squadre“.

Lotito spiega quindi a “Il Corriere della Sera” tutti i suoi meriti. “Inzaghi è una mia invenzione: prima era allenatore della Primavera, ma ora sta lavorando molto bene qui. Lui ha grandi qualità e quest’impegno darà i suoi frutti. Ciò è stato possibile grazie ad un ottimo gruppo: ad esempio, importante è il lavoro svolto anche dal direttore sportivo. Al momento Inzaghi ha un contratto con noi e vogliamo trattenerlo” – dice il presidente, che poi continua a parlare del suo allenatore – “Il mister lavora in totale libertà. Quando c’erano da fare i convocati per la Supercoppa contro la Juventus, lui decise di lasciare a casa Keita perché non vedeva in lui sufficiente furore agonistico. Ha deciso lui, ed io gliel’ho lasciato fare. Qui siamo in tre a prendere certe decisioni: io, Tare e Inzaghi“.

L’imprenditore biancoceleste celebra poi i suoi gioielli: “Luis Alberto è una sorpresa: non lo conosceva nessuno, ma guardatelo ora. Immobile è stata una mia scommessa vinta alla grande: l’anno scorso l’ho riscattato dal Siviglia per 10 milioni ed ora ne vale molti di più. E poi c’è Milinkovic-Savic: il ragazzo ha soli ventidue anni ma ha dimostrato di avere enormi qualità. Diventerà un fenomeno“.


💊 Pillola di Fanta

Lotito è il presidente della Lazio dal 2004. A livello di Prima Squadra, in 13 anni alla guida della società ha vinto solamente due Coppe Italia e due Supercoppe Italiane – l’ultima proprio lo scorso 12 agosto contro la Juventus. A livello individuale, nel 2015 ha però vinto il premio “Financial Fair Play” per la precisa ed attenta gestione del bilancio economico del suo club. Chissà se la cosa avrà fatto piacere anche ai suoi tifosi. A giudicare dai rapporti che ci sono in queste ultime stagioni, non tanto. BRACCINO CORTO