Chievo-Hellas Verona, squadra di Maran rimontata ma vincente: 3-2 il finale, decide Pellissier

Chievo-Hellas Verona, squadra di Maran rimontata ma vincente: 3-2 il finale, decide Pellissier

I gialloblu clivensi la spuntano in un match combattutissimo su entrambi i fronti, nonostante gli uomini di Pecchia fossero rimasti in 10 da fine primo tempo. Ecco il racconto del match

Il Chievo vince il derby di Verona contro l’Hellas e afferma la propria supremazia cittadina. Gli uomini di Pecchia, passati in vantaggio e rimontati, avevano trovato il pareggio con Pazzini, ma l’eterno Sergio Pellissier regala 3 punti fondamentali alla compagine allenata da Maran. Ecco il racconto della partita.

Prima frazione di gioco che inizia subito con i fuochi d’artificio e soprattutto col vantaggio dell’Hellas. Al 6′, sugli sviluppi di un tiro in area di Martin Caceres, Sorrentino respinge corto e sul pallone si avventa Verde che insacca a porta sguarnita. Il Chievo sembra accusare il colpo ma tempo pochi minuti e comincia a macinare gioco. Al 22′ viene ammonito Bruno Zuculini, e sarà un giallo pesante da lì a poco. Gli sforzi clivensi vengono premiati al minuto 25: punizione di Birsa e Inglese stacca di testa e fa 1-1. Il guardialinee annullerebbe per una posizione irregolare dell’attaccante, ma la VAR convalida la decisione dell’arbitro di concedere il gol. Tempo 3 minuti e l’Hellas fa la frittata. Zuculini atterra Hetemaj in area di rigore: penalty per il Chievo e centrocampista graziato dal direttore di gara Abisso. Sul dischetto va Inglese e realizza la doppietta personale per il 2-1 dei gialloblu. Il bilancio in casa Verona viene peggiorato 10 minuti più tardi: Zuculini commette ancora fallo, stavolta su Birsa, e l’arbitro estrae il rosso. E il primo tempo termina con non poco nervosismo su entrambi i fronti.

Verona demoralizzato? Neanche per idea. Nella ripresa gli uomini di Pecchia entrano in campo più determinati che mai e trovano all’8′ un rigore abbastanza netto per fallo di mano di Gamberini in area di rigore. Sul dischetto va Pazzini che segna e fa 2-2. La partita diventa combattutissima ed entrambe le compagini del capoluogo veneto si danno grande battaglia, ma la mossa decisiva la compie Maran, che inserisce il “sempreverde” Sergio Pellissier. Al 72′ minuto il Chievo si riaffaccia in area con un cross basso alla sinistra di Nicolas, che non trattiene la palla e da la possibilità all’attaccante di segnare il 3-2 a porta vuota in maniera rocambolesca. Uomini di Maran che troverebbero anche il 4-2 col neo entrato Stepinski, ma la VAR vede il fuorigioco del giocatore clivense. Il match finisce e il Chievo vola tra le grandi del nostro campionato.

CHIEVO VERONA (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, Gamberini (AMMONITO), Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj (AMMONITO); Birsa; Inglese (GOL x2, dall’80’ Stepinski), Pucciarelli (dal 62′ Pellissier, GOL). All. Maran

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Souprayen; Caceres, Caracciolo, Fares; Romulo, B.Zuculini (ESPULSO), Bessa (AMMONITO); Cerci (dal 46′ Buchel), Pazzini (GOL, dal 71′ Kean), Verde (GOL, dal 77′ Lee) . All. Pecchia


RESTA AGGIORNATO SULLE LISTE DEI CONVOCATI DELLE 20 SQUADRE DI SERIE A


RESTA AGGIORNATO SULLE FORMAZIONI UFFICIALI DELLE 20 SQUADRE DI SERIE A


💊 Pillola di Fanta 

Primo gol stagionale, anche se inutile, e primo in massima serie per l’ex scuola Roma Daniele Verde, autore anche di 3 assist in Serie A tra giallorossi ed Hellas. Classe 1996 ed elemento molto interessante dal punto di vista della dinamicità, Verde entra in qualche modo nella storia del Verona in virtù di questa statistica riportata dall’account Twitter della società: il suo è il 900mo gol in Serie A degli scaligeri. IN CRESCITA