Pazzo derby e pazza Inter! Icardi travolge un Milan mai domo

Pazzo derby e pazza Inter! Icardi travolge un Milan mai domo

L’argentino decide il derby della Madonnina con una splendida tripletta

Inter e Milan hanno dato vita ad una stracittadina come non se ne vedevano da un po’. Il mattatore della serata è Mauro Icardi, allergico ai rossoneri fino allo scorso campionato e autore di una sublime tripletta. Il Milan si sveglia soltanto nel secondo tempo trovando per due volte il pareggio, ma sbatte contro un muro in salsa argentina.

Spalletti sceglie Borja Valero nel ruolo di trequartista, con Gagliardini e Vecino a coprirgli le spalle. Nagatomo vince il ballottaggio con Dalbert a sinistra. Davanti il solito tridente delle meraviglie Icardi-Perisic-Candreva. Montella si affida a Suso e ad André Silva per scardinare la retroguardia nerazzurra.

Il match è molto combattuto sin dai primi minuti, entrambe le squadre sono coscienti dell’importanza della posta in palio. Il Milan parte bene ma è l’Inter che, con lo scorrere delle lancette, sale in cattedra. La traversa di Candreva è il primo squillo della serata, con l’ex Lazio che ha già punito i rossoneri nei due derby precedenti. I nerazzurri prendono il comando delle operazioni e passano al 28′, quando proprio Candreva mette un pallone delizioso a centro area per il rapace Icardi, che riesce in qualche modo a bucare un incolpevole Donnarumma. La prima frazione si chiude tra gli applausi dei tifosi nerazzurri per i loro beniamini.

Che il derby sia una partita strana e imprevedibile è ormai arcinoto, ma la ripresa di questo match è roba da batticuore. Montella inserisce Cutrone per Kessié cercando una svolta. Svolta che arriva, puntuale, al 56′, quando Suso manda al bar due giocatori dell’Inter e buca Handanovic con uno splendido sinistro a giro. Il Milan ha cambiato totalmente pelle e atteggiamento, schiacciando i nerazzurri nella loro metà campo. Conclusioni a raffica e pressione alta fanno male all’Inter, ma nel momento del bisogno ci si affida al solito “Maurito”. L’ex Samp trova un gol tanto bello quanto fortunoso nella deviazione dopo uno sprint ubriacante di Perisic.

Ma l’inerzia del match è tutta a favore dei rossoneri, che non si perdono d’animo e trovano il 2-2 grazie ad un autogol di Handanovic, che si trascina il pallone in porta dopo una conclusione debole di Bonaventura. Sembra la pietra tombale di questo derby emozionante, ma all’ultimo respiro i nerazzurri si guadagnano un calcio di rigore per un fallo in area di Ricardo Rodriguez. Dal dischetto va il solito Icardi che trafigge per la terza volta Donnarumma. E’ gioco, partita e incontro in quel di San Siro.

Fonte foto: www.imagephotoagency.it