Diritti tv, De Laurentis tuona: “Siamo nel caos”. Marotta: “Scelta giusta e ponderata”

Diritti tv, De Laurentis tuona: “Siamo nel caos”. Marotta: “Scelta giusta e ponderata”

Il presidente del Napoli non nasconde tutta la sua delusione. Attacco anche a Tavecchio, Nicoletti e Infront. Soddisfatto Marotta

Reazioni diametralmente opposte quelle del presidente del Napoli Aurelio De Laurentis e del ds della Juventus Beppe Marotta, dopo la riunione in Lega Calcio per i diritti tv:

Sono molto deluso – ha detto il patron partenopeo – Sapevo che avremmo aperto delle buste che decretavano la soddisfazione di alcuni club di avere dei soldi ma avrebbero impedito alle squadre più importanti di affermarsi nei prossimi quattro anni.

Di fronte a Spagna, Inghilterra e Germania dobbiamo recuperare anni di errori, visto che il nostro prodotto non viene visto: abbiamo avuto offerte mortificanti per errori di Nicoletti, Tavecchio e Infront che crea dei danni, nonostante sia il suo ultimo mandato.

Il fatto di stare attorno ai 350 milioni è molto ridicolo, quasi terrificante. Mi meraviglio di Inter e Milan comprate dai cinesi che cadono nel baratro di questo misunderstanding. Il calcio italiano è nel caos, conosco e so quello di cui parlo. Bisognerebbe lavorare territorio per territorio”.

Diverso invece il commento di Marotta: “C’è felicità da parte della Juventus, così come da parte di tante altre società, per l’assemblea. Per la prima volta si è trattato di un incontro con grande consenso e grande senso di responsabilità da parte di tutti. E’ emerso finalmente l’elemento qualitativo rispetto a quello quantitativo.

E’ stata fatta una scelta ponderata, ora sta alle società della Lega e al nuovo management della presidenza cercare di portare beneficio e profitto nel nuovo triennio. L’obiettivo è valorizzare un brand molto forte, che però ha perso un po’ di smalto negli ultimi tempi”.