Fantacalcio, la sosta al momento giusto: Barreca e Ciciretti al ritorno, ma non solo

Fantacalcio, la sosta al momento giusto: Barreca e Ciciretti al ritorno, ma non solo

Sono in tanti i calciatori che durante questa settimana di Nazionale potranno riprendersi per essere pronti al rientro

Diciamocelo chiaro: a noi fantallenatori la sosta delle Nazionali non scende proprio giù. Ma siamo in ottima compagnia, perché anche gli allenatori (quelli veri) non sopportano l’idea di dover abbandonare i proprio calciatori e vederli in giro per l’Universo mondo. Però dobbiamo ammettere che questa sosta, per molti giocatori, è proprio quello che ci voleva. Infatti saranno tanti i giocatori momentaneamente fuori dai campi o usciti doloranti dall’ultimo weekend di campionato ma che tra due settimane saranno pronti a scendere in campo. Vediamoli squadra per squadra:

ATALANTA

I bergamaschi di Gasperini, reduci dal bellissimo pareggio casalingo contro la Juventus, non avevano particolari defezioni prima di questa sosta. L’unico assente importante era Rafael Toloi, difficilmente figurerà tra i convocati del mister anche per la sfida contro la Sampdoria tra due settimane, però riprenderà il percorso di allenamenti con il gruppo. Se non è per l’ottava giornata, il difensore sarà recuperato per quella immediatamente successiva. Per quanto invece riguarda Joao Schmidt toccherà aspettare ancora un po’ (almeno fine ottobre, se non metà novembre).

BENEVENTO

Già contro l’Inter i campani hanno mostrato segni di miglioramento con i ritorni di D’Alessandro e Iemmello. Adesso si conta sul rientro di un’altra pedina fondamentale come Amato Ciciretti, autore del primo storico gol delle streghe in Serie A. La sua presenza nella sfida salvezza contro il Verona è in dubbio, ma questi 15 giorni di lavoro potrebbero portarlo in campo. Verso il recupero in difesa anche Luca Antei: per Baroni sarebbe manna dal cielo, vista la sospensione di Lucioni.

BOLOGNA

Gli emiliani guidati da Donadoni stanno volando sulle ali dell’entusiasmo, ma dalla settima giornata riavranno un ‘motore’ in più per continuare la marcia: si tratta di Federico Di Francesco, assente nelle ultime due giornate e che dovrebbe figurare tra i convocati per l’ottava giornata. Niente da fare per Falletti e Keita, mentre Krejci tornerà presumibilmente per la nona.

CAGLIARI

L’unico ritorno (che in realtà è un debutto) per la squadra di Rastelli sarà Gregory van der Wiel. Il terzino era già stato recuperato prima del Napoli ma tenuto fuori dai convocati per precauzione. Contro il Genoa ci sarà, ma non dovrebbe partire dall’inizio. Al rientro anche Andrea Cossu, anche se per il talento cagliaritano non sarà di certo un debutto. L’altro isolano, Sau, dovrà stare fuori almeno tre settimane.

CHIEVO VERONA

Ancora lunga la strada per Meggiorini dopo l’infortunio al legamento. Ritorno invece per Massimo Gobbi: il terzino lavorerà durante queste due settimane per figurare almeno tra i convocati della sfida contro il Sassuolo. Pronto a scalzare sull’out di sinistra Cacciatore.

CROTONE

Se per Tumminello la strada verso il recupero è ancora lunga e tortuosa (ne avrà almeno fino a marzo), lo stesso non si può dire per Tonev, fuori per un problema fisico contro la Spal. Problema che cercherà di smaltire in queste due settimane, per poter essere almeno tra i convocati della sfida contro il Torino.

FIORENTINA

Tutti arruolabili in casa Fiorentina sia prima che dopo la pausa (a meno di colpi di scena dalle Nazionali). Chissà che questo periodo di riflessione possa servire ai viola per chiarire le idee e iniziare un percorso degno del nome della squadra.

GENOA

Per i recuperi pregasi ripassare più avanti in casa Genoa. Per Lapadula il percorso di riabilitazione è ancora lungo e se ne parlerà almeno a novembre. Lo stesso dicasi per l’alto lungodegente Spolli. Non è un recupero da un infortunio, ma è un ritorno molto importante: salvo altre decisioni, la squalifica di Armando Izzo scadrà giorno 11 ottobre. Contro il Cagliari giorno 15 potrebbe tornare tra i convocati dopo 6 mesi di allontanamento.

INTER

In casa Inter si festeggia per l’avvio di campionato spumeggiante ma anche per il ritorno di Joao Cancelo: arrivato dal Valencia e praticamente mai visto in nerazzurro, il portoghese torna in gruppo e nel derby ci sarà, almeno tra i convocati. Difficile che Spalletti lo butti dentro in una partita così importante: farà ancora affidamento su D’Ambrosio, ma a partita in corso l’esterno potrà anche rilevare Candreva.

JUVENTUS

Qualcosa non quadra nell’infermeria bianconera: Khedira e Marchisio sembravano pienamente recuperati già alla vigilia della Champions. Poi invece i tempi si sono allungati e, specialmente per il tedesco, la strada potrebbe essere ancora più lunga. Lavoreranno queste due settimane per tornare almeno tra i convocati contro la Lazio già da giorno 14. Per Pjanic i tempi sembrano essere ancora incerti: si parla di tre settimane. Anche Howedes e De Sciglio dovrebbero tornare per la nona giornata e non farcela per la sfida con i biancocelesti. Nessuna novità per Pjaca, continua il lavoro di riabilitazione.

LAZIO

Test probante per la terribile banda di Inzaghi che se la vedrà con la Juventus al rientro dalla pausa. Difficile vedere tra i convocati Felipe Anderson, il grande assente di questo inizio di stagione. In termini di economia della squadra ancora più pesanti le assenze di Bastos e Wallace, ma anche per loro Torino sembra un miraggio. Per Dusan Basta invece bisogna aspettare novembre.

MILAN

La notizia di ieri è stato l’infortunio di Nikola Kalinic, che salterà le qualificazioni ai mondiali. Nulla di grave per l’attaccante croato, però la sua presenza nel derby contro l’Inter è in forte dubbio. Le due settimane saranno utili per capire meglio se potrà essere presente contro la sua vittima preferita in Italia (4 gol, a pari con il Cagliari). Di ritorno i due terzini Antonelli e Calabria, almeno nella lista dei convocati. Lo stesso dicasi per Riccardo Montolivo, importante per far tirare il fiato a Lucas Biglia.

NAPOLI

La capolista viaggia a ritmi folli in campionato, senza pagare dazio in infermeria. L’unico infortunato è Milik: il ragazzo si è procurato la rottura del crociato nella sfida contro la Spal e dovremo aspettare almeno fino a marzo per poterlo rivedere in campo. Buona fortuna Arek!

ROMA

La Roma c’è e lo ha dimostrato anche contro il Milan. Al ritorno dalle nazionali è già scontro scudetto con il derby del Sole: all’Olimpico arriva il Napoli. Fondamentali per Di Francesco i recuperi di Perotti (fuori contro il Milan per una ferita) e di Strootman, uscito da San Siro dopo pochi minuti. I due proveranno di tutto per esserci contro i partenopei. Attenzione perché finalmente potrebbe figurare tra i convocati Karsdorp, terzino arrivato in estate e mai visto a causa di un affaticamento muscolare. Anche Schick si prepara al ritorno. Insomma, pausa d’oro per il mister giallorosso. Difficile invece vedere Defrel (aspettiamo la nona) e Emerson, in ripresa dalla rottura del crociato.

SAMPDORIA

Ritorno importante tra i pali: si dovrebbe rivedere almeno in panchina Emiliano Viviano, fuori da ormai dal 29 aprile quando andò in panchina contro il Torino. Non si vede invece in campo dal 15 aprile (Sassuolo-Sampdoria 2-1). Puggioni non lo ha fatto rimpiangere più di tanto, probabilmente sarà confermato contro l’Atalanta aspettando che il titolare si riprenda al meglio.

SASSUOLO

La sfortunata sconfitta contro la Lazio ha lasciato gli strascichi più importanti in infermeria: Letschert ha rimediato un infortunio al ginocchio e il problema è da valutare meglio. Peluso invece è stato operato al naso (con tanto di autoironia sui social, dove si paragona a Chiellini) e la sua presenza è in dubbio contro il Chievo. Se dovesse farcela, scenderà in campo con una maschera protettrice.

SPAL

I ragazzi di Semplici dovranno lottare con le unghie e con i denti per tenersi stretta la Serie A. Per il momento però devono lottare con la sfortuna: Borriello è uscito dolorante durante la sfida al Crotone, difficile vederlo titolare nel derby contro il Bologna. Ci sarà sicuramente tra i convocati, così come ci sarà Oikonomu che si contenderà un posto con Felipe. Anche il centrocampista Grassi è da valutare, mentre se state aspettando il ritorno di Meret dovete attendere ancora un po’. Floccari invece sarà disponibile dalla nona giornata.

TORINO

L’infortunio di Belotti ha tenuto tutta l’Italia calcistica con il fiato sospeso. La buona notizia è che non è grave come si pensava dall’uscita in barella, la brutta notizia è che tornerà almeno a novembre e chissà se ci sarà per i playoff. Intanto Mihajlovic dovrà fare a meno di lui (e come lo sostituirà?). Intanto però il tecnico serbo si gode i ritorno dopo la pausa di 4 giocatori: Barreca e De Silvestri sulle fasce, con il secondo uscito malconcio dalla sfida di domenica e che avrà bisogno di una settimana di stop, e Obi e Acquah al centro. Il nigeriano ex Inter, però, potrebbe aver bisogno di più di due settimane per tornare. Verrà valutato meglio in settimana.

UDINESE

Delneri ha ripreso fiato grazie alla vittoria contro la Sampdoria. La brutta notizia però è arrivata ieri con l’infortunio di Valon Behrami, che non ha potuto rispondere alla convocazione della nazionale elvetica. Cercherà di risolvere le noie muscolari in queste due settimane. La bella notizia arriva sempre dalla Svizzera: potrebbe figurare tra i convocati Silvan Widmer, assente da agosto. Torna anche Halfredsson, assente in queste ultime due giornate.

VERONA

Romulo uscito malconcio dalla sfida contro il Torino dovrebbe farcela per lo scontro salvezza contro il Benevento. Lo stesso dicasi per Caceres, nessun dubbio sulla presenza dell’uruguaiano. Felicioli dovrebbe accomodarsi in panchina dopo l’infortunio che lo ha tenuto fuori per tutto il mese di settembre.


LE PROBABILI FORMAZIONI DI SERIE A

GLI INDISPONIBILI