Inter-Milan, Borini: “Non abbiamo nulla da invidiare a loro”

Inter-Milan, Borini: “Non abbiamo nulla da invidiare a loro”

L’attaccante rossonero carica i suoi in vista del derby di domenica sera: “Siamo il Milan e sappiamo ciò che possiamo fare”

Il tempo delle prove, degli sbagli e degli alibi è finito. Adesso il Milan deve vincere. Già, perché domenica a San Siro arriva il derby. La squadra di Montella sta tutt’altro che brillando, ma con l’Inter è sempre una partita a parte. Il trend negativo dei rossoneri in campionato non tocca però Fabio Borini, reduce da due buonissime prestazioni nel nuovo ruolo ritagliatogli dal tecnico. “Mi trovo bene nel ruolo di esterno destro a tutta fascia. Molti giovani di oggi non amano arretrare in questo modo, ma è questione di mentalità e disponibilità al sacrificio. Io sono sempre stato abituato a farlo quando la squadra ne aveva bisogno, ecco perché non mi dispiace” – spiega l’ex Roma, che poi continua – “In campo cerco sempre di dare tutto quello che ho. So bene di non avere un talento naturale come altri, quindi devo lavorare ed impegnarmi sempre di più. Sono soddisfatto soltanto se ho giocato con il cuore“.

Il classe 1991 passa quindi ad analizzare il big match di domenica sera. “Perisic sarà un cliente scomodo dalla mia parte. Con El Shaarawy ho già difeso bene, ma dovrò stare ancora più attento. Al momento la classifica dice che l’Inter è leggermente favorita, ma credo che non abbiamo nulla da invidiare a loro. Siamo il Milan, e siamo consapevoli di ciò che possiamo fare. Riconosco comunque che sarebbe importante avere la loro concretezza: vincere tante partite 1-0, oltre che punti, ti dà grande fiducia” – ammette l’attaccante rossonero, che poi conclude confessando gli obiettivi stagionali – “Credo che forse firmerei per vincere l’Europa League ma arrivare solo quinto in campionato. La coppa ti dà l’accesso diretto alla prossima edizione della Champions League“.


💊 Pillola di Fanta

Nel silenzio più totale, con massima indifferenza ed umiltà, Fabio Borini è approdato a Milanello quest’estate. Tra i vari colpi da novanta fatti da Fassone e Mirabelli, il ragazzo bolognese è certamente uno di quelli che sta regalando le maggiori gioie a Vincenzo Montella. Optando per il 3-5-2, il tecnico ha dirottato l’attaccante a ricoprire l’intera fascia destra – complice anche il brutto infortunio di Andrea Conti. Fino ad’ora, Borini ha totalizzato 4 presenze su 7 partite in campionato. Dovesse continuare così, per l’equilibrio che dà, potrebbe diventare uno degli intoccabili di questa formazione. A partite dal derby di domenica sera. COLTELLO FRA I DENTI