Milan, Montella: “Conosco i rischi del mestiere, ma la testa è già al derby”

Milan, Montella: “Conosco i rischi del mestiere, ma la testa è già al derby”

Il tecnico rossonero ha parlato del momento dei suoi a margine del Premio Liedholm

Vincenzo Montella è tornato a parlare. Lo ha fatto ai microfoni della stampa, dopo aver ritirato l’ambito Premio Nils Liedholm – attribuito ogni anno ad uno sportivo che si sia particolarmente distinto non solo per i risultati raggiunti, ma per valori di lealtà, correttezza ed eleganza.

Il tecnico dei rossoneri si è espresso così sul momento poco positivo dei suoi: “La sconfitta con la Roma brucia e probabilmente era anche immeritata ma dobbiamo accettarla e proseguire. Stiamo insistendo sul lavoro e questo è certamente positivo. Il cammino è in salita ma è abbastanza normale, ci vuole tempo ma noi siamo i primi a pretendere che questo tempo non ci sia”.

Parole abbastanza forti e con un obiettivo chiaro e preciso: dare un’identità al suo Milan, lasciando da parte critiche e illazioni: “Le aspettative erano, sono e saranno altissime. Ma noi conosciamo la realtà interamente e sappiamo che mediaticamente ci sta. Il nostro percorso ci deve portare a crescere e raggiungere l’obiettivo dei primi quattro posti. Non siamo distanti, l’importante è non farsi prendere dalla fretta”.

Il derby con l’Inter, in programma domenica 15 ottobre alle 20:45, dirà molto sulle reali ambizioni di questo Milan. Montella prepara la partita nei minimi dettagli, nella speranza che arrivi la tanto agognata svolta: “Non mi turbano le illazioni, faccio questo lavoro da qualche anno e conosco i rischi del mestiere. Allenando una squadra come il Milan i rischi sono maggiori così come le attese. La cosa bella di questo sport è che ti dà subito una seconda occasione. La nostra testa e le nostre attenzioni sono già proiettate verso il derby”.