Milan, il retroscena di Rodriguez: “Potevo finire all’Inter. Crisi? Ci sono giorni buoni e altri no”

Milan, il retroscena di Rodriguez: “Potevo finire all’Inter. Crisi? Ci sono giorni buoni e altri no”

Ricardo Rodriguez svela il retroscena di mercato, per il quale poteva finire ai rivali dell’Inter. E dei nerazzuri è da tenere d’occhio Perisic, suo ex compagno di squadra al Wolfsgurg

Domenica sera c’è il derby di Milano e Ricardo Rodriguez, uno dei tanti acquisti estivi del Milan, avrebbe potuto giocarlo coi colori dei rivali.

Lo svizzero ha infatti ammesso di essere stato molto vicino all’Inter: “Potevo finire in nerazzurro: hanno parlato con il mio procuratore nella prima parte dell’anno ma il Milan, quando è arrivato, ha chiuso rapidamente. E io sono felice di giocare il derby per il Milan. Quando sento quell’inno ‘Milan Milan’ ho sempre la pelle d’oca“.

Milan che viene da un periodo negativo: “Il calcio è così: giorni buoni e altri no. Forse i nuovi vogliono mostrare di essere all’altezza e si mettono pressione: ci sono calciatori che la gestiscono meglio di altri. Poi non so che è successo con Marra, sono arrivato un giorno e non c’era più, mai più visto. Mi piaceva, un bravo ragazzo“.

Nel Derby, dall’altra parte ci sarà Ivan Perisic, suo ex compagno di squadra ai tempi del Wolfsburg: “Ivan è fortissimo, e pericolosissimo. È forte, ha fisico, è rapido, salta e soprattutto gioca con due piedi. La sua mentalità mi piace: anche a Milano siamo usciti a mangiare insieme. Bisogna stargli sempre vicino e sperare che non sia in giornata“.

Infine, sul ruolo da rigorista: “Nelle ultime partite io ero il primo e Kessié il secondo. Non so come tirerò, decido all’ultimo istante: è puro istinto“.


💊 Pillola di Fanta

Ricardo Rodriguez ha rilasciato un’importante dichiarazione in ottica fantacalcistica: il rigorista è lui. Non male per un calciatore che di mestiere fa il difensore. Bonus da tenere sott’occhio quindi, così come le punizioni: lo svizzero sà calciare bene anche quelle. BONUS DALLA DIFESA