Perché sì e perché no – Milan, è giusto andare avanti con Montella?

Perché sì e perché no – Milan, è giusto andare avanti con Montella?

Ritorna la nostra rubrica fondata sul dualismo: oggi ci chiediamo se l’aeroplanino merita ancora altro tempo sulla panchina rossonera

Montella sì, Montella no, Montella flop!”

Se gli Elio e le storie tese scrivessero una canzone sulla situazione in casa Milan, probabilmente suonerebbe proprio così. Perché Milanello in questo momento sembra disastrata quasi quanto la decantata Terra dei Cachi. Ma purtroppo il gruppo difficilmente ne farà un singolo di successo, visto che il 19 dicembre si scioglierà per la tristezza di tutti noi fan. E allora ci pensa la redazione di Calcio D’Angolo a rispondere alla domanda che tutti i tifosi, specialmente quelli rossoneri, si stanno ponendo in questo momento. “Il Milan deve andare avanti con Montella?“. O meglio, risponderemo in maniera affermativa e anche negativa, dandovi la giusta motivazione per entrambe le scelte. Così com’è nello spirito della nostra rubrica “Perché si e perché no”.

PERCHÉ SI
Donnarumma e Romagnoli sono gli unici due reduci dalla stagione comunque positiva del Milan della passata stagione. Nove undicesimi dell’undici iniziale sono completamente nuovi e alcuni di questi non avevano nemmeno giocato in Italia. Montella non è il principale colpevole di questa crisi dei rossoneri. Inoltre, come già visto contro l’Inter (nel secondo tempo) o per 70 minuti contro la Roma, la difficoltà del Milan sembra essere solo dal punto di vista dei risultati più che del gioco o della grinta. Certo, qualche meccanismo è ancora da oliare e a volte le giocate non sono immediate, però Vincenzo sta cercando di trovare la quadra.

Inoltre un cambio di allenatore resetterebbe quanto già fatto da Montella, e anche il nuovo mister X dovrebbe avere il suo tempo per poter trovare la soluzione giusta. E poi parliamoci chiaro, quali sono i candidati per sostituirlo? La pista di Ancelotti è tanto affascinante quanto impraticabile (specialmente a stagione iniziata), mentre di obiettivi realistici ce ne sono davvero pochi che raggiungano quanto meno il livello dell’attuale tecnico rossonero. E se davvero il candidato in cima alla lista è Mazzarri, siamo sicuri che il cambio sia così conveniente? D’altronde, chi lascia la strada vecchia per quella nuova…

PERCHÉ NO
Il Milan di Montella ha fallito tutti i test importanti: Lazio, Sampdoria, Roma e Inter. Quattro sconfitte, di cui le prime due inappellabili e clamorose per come sono arrivate. Vero, con la Roma e l’Inter la prestazione è stata di altra qualità. Ma ad esempio nel derby è stata più una reazione di nervi e grinta che di gioco in sé per sé, che sembra al momento carente. E il pareggio contro l’AEK Atene certifica la totale confusione della squadra, anche nel ‘terreno sicuro’ dell’Europa League. Montella è un buon allenatore, ma forse non è adatto ad un top club come è e deve ritornare ad essere il Milan.

Sulla panchina dei rossoneri ci vorrebbe un grande tecnico, uno di quelli che cambia il volto di una squadra (un nome su tutti? Antonio Conte, in rotta con il Chelsea). Certo, uno di questi top non può arrivare adesso sia perché già impegnati ma anche perché non prenderebbero mai una panchina in corsa. Però tanto vale cambiare adesso e prendere un bravo allenatore che porti entusiasmo e traghetti la squadra fino a giugno, per ottenere quanto meno la qualificazione alla Champions League. Perché senza la grande competizione, il Milan perde gran parte del suo appeal e il mercato dell’anno prossimo sarà caratterizzato soltanto dalle cessioni. E un allenatore top ha bisogno di poter operare sulla rosa come vuole.

E voi cosa ne pensate? Rispondete al sondaggio qui sotto e fateci sapere la vostra opinione!

Se non veisualizzi il sondaggio CLICCA QUI

Milan, è giusto andare avanti con Montella

  • Si (79%, 11 Votes)
  • No (21%, 3 Votes)

Total Voters: 14

Loading ... Loading ...