Roma-Napoli si avvicina, Perotti: “Partenopei più forti della Juventus. I rigori li tiro io”

Roma-Napoli si avvicina, Perotti: “Partenopei più forti della Juventus. I rigori li tiro io”

Diego stila la sua classifica delle forze del campionato e parla del big match di sabato contro il Napoli

Roma-Napoli non può essere una partita come le altre, ma è una sfida di filosofie e idee di gioco. Lo sa bene anche Diego Perotti, ala giallorossa, che parla così del big match di sabato: “Lo scorso anno loro ci hanno messo in difficoltà qua in casa – ha detto in una lunga intervista rilasciata ad As Roma match program – Il finale di stagione è stato sofferto proprio a causa di quella gara. Per fortuna poi abbiamo vinto contro il Genoa e ci siamo qualificati alla Champions League grazie al mio gol alla fine. È stato il più importante della mia carriera, la gioia più grande. Ho vinto una Coppa del Rey a Siviglia, però quel tipo di felicità dei miei compagni e di tutti i tifosi non l’avevo mai provata prima. Un momento unico che non dimenticherò mai“.

Ma adesso è tutto un altro campionato: “Ho superato l’infortunio grazie alla pausa e domenica ci sarà. Vogliamo vincere a tutti i costi, siamo partiti bene quest’anno con le idee di gioco di Di Francesco anche se nessuno credeva in noi. La vittoria a San Siro è una dimostrazione di forza e carattere contro una squadra come il Milan che ha fatto tanti nuovi acquisti. Se però non vinciamo contro il Napoli non è servito a nulla. Sarà una gara difficilissima: loro mi piacevano tanto anche l’anno scorso. Giocano come pochi al mondo, anche se non sono imbattibili. Oggi per me è più forte della Juventus, almeno per il gioco che fanno”.

Infine qualche battuta sul suo rendimento personale: “Ho iniziato bene, fisicamente sto a meraviglia perché mi sono allenato in vacanza prima di partire per il ritiro, e penso che mi sia stato molto utile. Anche se non va bene che non abbia ancora segnato. Ho pure sbagliato un rigore e questa cosa mi ha fatto arrabbiare tantissimo. Ma un eventuale penalty contro il Napoli lo tiro io, sono ancora capace di fare gol dal dischetto. Ci sta di sbagliare, non avrei voluto, mi auguravo di finire la carriera senza errori. Se dovevo proprio sbagliarne uno meglio sul 3-0. A meno che il mister abbia cambiato idea…”


💊Pillola di Fanta

Contro l’Udinese Perotti ha sbagliato il suo primo rigore dopo averne segnati in carriera ben 13. All’età di 29 anni, dunque, il ‘monito’ ha provato la sensazione di desolazione nel vedersi parare un tiro dal dischetto dopo che nessuno era riuscito a fermarlo. Dal 2013 Diego ha infilato Casilla, Vujadinovic, Baumann, Berisha, Agliardi, Karnezis (per ben 3 volte consecutive), Storari, Bolek, ancora Berisha, Bizzarri e Sorrentino. È stato proprio il penultimo della lista a macchiare il suo score. CILECCA!