Udinese, ora Delneri rischia davvero: saltata la ripresa degli allenamenti

Udinese, ora Delneri rischia davvero: saltata la ripresa degli allenamenti

Il presidente Pozzo è furioso per lo scarso rendimento della sua squadra. In giornata vertice tra società e mister, in un clima di incertezza

La sconfitta per 6-2 dell’Udinese contro la Juventus, trascinata da uno strepitoso Khedira, ha lasciato alcuni strascichi pesanti in casa friulana. In particolare il presidente Pozzo sembra essere stufo del rendimento dei suoi, incapaci di tenere testa ai bianconeri dopo essere andati in vantaggio e poi in superiorità numerica.

Non è un caso dunque che oggi, alla ripresa degli allenamenti dei friuliani, l’unico assente fosse proprio Luigi Delneri. A presenziare in campo sono stati infatti il suo vice Ferrazoli, il ds Gerolin e il procuratore Vagheggi, oltre ovviamente al resto dello staff tecnico.

L’ipotesi più probabile è che il mister sia stato fermato dalla società per discutere ampiamente dell’andamento del club in queste giornate e delle possibili soluzioni da apportare. Se all’inizio l’Udinese ha buttato via molti punti per errori tecnici dei singoli, ora l’impressione è che manchi sia un gioco che la stabilità emotiva per portare a casa i risultati necessari.


💊 Pillola di Fanta

I nomi dei possibili sostituti non sono ancora circolati, ma sembra difficile poter rivedere Iachini sulla panchina dell’Udinese dopo essere stato esonerato appena un anno fa. Un’ipotesi realistica è quella di Oddo, che porterebbe una ventata di entusiasmo e anche una certa impronta di gioco. Ma è difficile scartare anche il nome di Reja. Il tecnico friulano si rilancerebbe in un’avventura dai risvolti emozionali forti. GIRANDOLA