Figc, Malagò smentisce le voci: “Non sarò io il commissario”

Figc, Malagò smentisce le voci: “Non sarò io il commissario”

Il presidente del CONI Giovanni Malagò ha svelato che non potrà commissariare la Figc: il commissario potrebbe addirittura non esserci

Sono giorni di caos e cambiamento ai vertici della Figc. Dopo le dimissioni di Tavecchio si va verso il commissariamento. Il nome fatto in queste ore era quello del presidente del Coni Giovanni Malagò che però ha prontamente smentito. “Non potrò fisicamente prendere questo impegno. A febbraio ci saranno le Olimpiadi invernali e sarò fuori un mese. Il fuso orario mi impedirà di essere presente anche da lontano. Anche se è successo spesso che un rappresentante del Coni assuma ruoli di questo tipo non sarà questo il caso”.

E allora quali sono i nomi da prendere in considerazione? “Il commissariamento è un idea politica. Ora c’è da vedere se sia attuabile. Potrebbe anche non esserci un commissario. Vediamo che succede dopo le assemblee delle leghe. Io ovviamente ho delle idee e dei nomi in mente ma mi riservo di non renderli pubblici. Anche perché non spetta a me prendere certe decisioni. Non c’è la volontà di oltrepassare ruoli. Siamo un’istituzione seria e e credibile ed è giusto portare rispetto alla Figc. Vedremo domani dopo la giunta”.

💊Pillola di Fanta

Il CONI ha commissariato la Federazione per 3 volte, la prima nell’estate 1958. Fu la conseguenza del “disastro di Belfast”, ovvero la mancata qualificazione ai Mondiali, le cui responsabilità vennero addebitate alle società professionistiche, ritenute colpevoli di aver imposto le loro esigenze su quelle della Nazionale. RICORSI STORICI

 

 

fonte foto: www.imagephotoagency.it