Juventus, Buffon: “Tavecchio? Decisione da rispettare. Nazionale? Tornerei anche a 60 anni”

Juventus, Buffon: “Tavecchio? Decisione da rispettare. Nazionale? Tornerei anche a 60 anni”

Dal Gran Galà del calcio ha parlato il portiere della Juventus Gianluigi Buffon

Al termine del Gran Galà del calcio, Gianluigi Buffon si è fermato a parlare con i giornalisti presenti. Molti i temi trattati dal numero uno della Juventus: dal Napoli alla Nazionale, passando per Tavecchio e Gattuso. Si parte, ovviamente, dalla gara di venerdì sera contro il Napoli: “La filosofia del Napoli è unica, solo loro ce l’hanno. Quindi ogni domenica gioca con squadre che hanno filosofie diverse dalla sua“.

Si passa invece a notizie più attuali, dopo l’esonero di Montella arrivato in mattinata, Gennaro Gattuso è stato promosso da allenatore della Primavera ad allenatore della prima squadra del Milan: “Lui è stato al Milan per molti anni, sono sicuro che sa dove mettere mano e quali tasti adoperare per far rendere al meglio la squadra“.

Anche se, con la gara contro la Svezia, Buffon ha detto addio alla Nazionale, la porta rimane socchiusa: “Ho una certa età e ho dovuto prendermi una pausa. Ma il mio modo di vedere le cose è che se per caso tra qualche anno ci fosse una mancanza totale di portieri per la Nazionale e mi chiedessero di tornare io risponderei presente anche a 60 anni“.

L’ormai ex capitano della Nazionale, ha parlato anche delle dimissioni di Tavecchio: “Se Tavecchio ha dato le dimissioni ha fatto riflessioni, e questa decisione è frutto di quelle decisioni. Non ho nulla da eccepire, la decisione è sua ed è da rispettare“.

💊 Pillola di Fanta

Alla sua ultima stagione in bianconero, Gigi Buffon sta “dividendo” il posto da titolare con quello che sarà il suo successorre, ovvero Wojciech Szczesny. Il capitano bianconero è però il titolare fisso, con 15 presenze totali e ben sei clean sheet. LEGGENDA