Milan, Zambrotta su Gattuso: “Farà capire l’importanza di quella maglia”

Milan, Zambrotta su Gattuso: “Farà capire l’importanza di quella maglia”

Anche Gianluca Zambrotta, ex compagno di Gattuso con la maglia rossonera e quella azzurra, ha parole dolci per lui

Chi meglio di un ex compagno di squadra, vincente anche lui, può descrivere Rino Gattuso. Uno che lo ha vissuto da vicino per anni, sia sul campo che fuori, sia con la maglia di club che con quella della nazionale. Questo qualcuno è Gianluca Zambrotta, che con il neo allenatore del Milan ha condiviso 4 stagioni in rossonero e soprattutto oltre 10 anni di Italia. “Non sono sorpreso di vederlo oggi sulla panchina del Milan. Mi dispiace per Montella, ma sono molto contento per lui: può dare nuovi stimoli a tutto l’ambiente” – esordisce l’ex terzino della Juventus, che poi continua – “Trasmetterà il suo senso di appartenenza e farà capire a tutti che cosa significa vestire questa maglia. Io l’ho vestita insieme a lui e so che può avere un peso, ma Rino può farlo sentire in senso positivo. In Italia si tende sempre a considerare i nuovi allenatori come inesperti, ma lui è l’uomo adatto per ricreare il vero ambiente Milan“.

Gattuso ci ha tenuto a chiarire che, diversamente da come pensano tanti, lui non porterà soltanto grinta e personalità. E Zambrotta lo conferma. “Ho fatto diversi corsi da allenatore con lui, e posso confermare che è anche molto preparato dal punto di vista tattico. Inoltre, sa ben calarsi nelle situazioni complicate e mettersi a totale disposizione della squadra: lo ha già fatto a Pisa, Creta e Palermo. Grinta e personalità penso che siano armi in più” – spiega l’ex Campione del Mondo, che poi prosegue – “Avrà successo con il suo metodo: Rino è uno di quegli allenatori per cui i suoi giocatori si butteranno nel fuoco. Gli auguro di rimanere al Milan più a lungo possibile e di riaprire un ciclo. Dipende anche dagli obiettivi della società: al momento, consolidarsi in Europa League per poi puntare l’anno prossimo al campionato e ad ottenere un posto in Champions League mi sembra qualcosa di fattibile“.

Zambrotta ci tiene poi ad ammettere che già in campo aveva qualcosa in più. “Alcuni miei ex compagni come Guardiola, Conte e Deschamps mostravano già grande abilità tattica e si sapeva che sarebbero diventati allenatori. Rino era un grande leader in campo, aveva la personalità del trascinatore. Penso fosse prevedibile che sarebbe diventato un tecnico” – confessa l’ex giocatore del Barcellona, che infine conclude – “A livello di personalità e modi di fare credo che nel tempo non sia cambiato. Per questo, penso che fra i tanti grandi allenatori che ho avuto Gattuso possa assomigliare a Capello: entrambi hanno grande carisma e dicono le cose che pensano in faccia ai loro giocatori, entrambi sentono molto la partita e sono trascinati da quello che fanno“.