Sampdoria, Quagliarella soddisfatto: “Gioco bene perché la squadra è organizzata”

Sampdoria, Quagliarella soddisfatto: “Gioco bene perché la squadra è organizzata”

Fabio Quagliarella, attaccante della Sampdoria ha parlato della sua stagione e della voglia di provare a conquistare la Nazionale

È l’uomo d’esperienza della squadra rivelazione di questo campionato. Fabio Quagliarella è un mix di talento, voglia di arrivare ed esperienza che – tra le altre cose – sta facendo le fortune della Sampdoria. E la Sampdoria le sue. Il centravanti ha infatti dichiarato ultimamente che gli piacerebbe molto chiudere la carriera a Genova. I blucerchiati sono attualmente sesti in classifica, dove nessuno a inizio stagione li avrebbe visti nemmeno nei sogni più rosei. Così l’attaccante ex Juventus ha spiegato il momento al Secolo XIX.

“Quando giochi in una squadra organizzata riesce tutto più facile. Se facciamo giro palla dietro so già che non c’è bisogno di continui scatti perché la palla non mi arriverà mai. Invece magari in altre occasioni so che il pallone sta per arrivare lì. È tutta una questione di conoscenza dei compagni. Con loro parlo molto, gli dico sempre di osare. Ad esempio di non aver paura di darmi la palla quando sono di spalle alla porta, perché se mi anticipa poco male ma se riesco a tenerla il difensore è morto. Mi prendo le mie responsabiltà: ‘fai sbagliare me’ dico sempre”.

Si avvicina la partita della Nazionale contro la Svezia, un giro dal quale Quagliarella sembra ormai fuori. “Certo che mi piacerebbe tornare in azzurro. Ho 34 anni e giocherò almeno fino a 38. Capisco la politica dei giovani ma io vedo degli elementi più grandi di me. Io ho sempre dato tutto per la maglia. Corro e mi batto, a volte faccio giocate che non c’entrano nulla, lo so bene. È il mio modo di dire ‘ci sono anche io’ altrimenti impazzisco. Non discuto le scelte del ct ma non mi sento inferiore a nessuno degli attuali convocati”.

💊Pillola di Fanta

Fabio Quagliarella ha giocato 25 partite con la maglia azzurra segnando 7 gol. L’esordio con mister Donadoni il 28 marzo del 2007 quando al San Nicola di Bari subentrò all’88’ nella gara giocata e vinta dagli azzurri contro la Scozia. RICORDI