Zaza, Marcelino spiega i continui infortuni: “Convive con un menisco lesionato”

Zaza, Marcelino spiega i continui infortuni: “Convive con un menisco lesionato”

Il tecnico del Valencia spiega il perché dei continui stop dell’attaccante della Nazionale

E se ci fosse stato Simone Zaza? È un po’ quello che, sotto sotto, si chiedono tutti gli italiani dopo l’uscita della Nazionale dal Mondiale. In realtà l’attaccante lucano era tra i convocati dell’ex ct Ventura, ma ha dovuto alzare bandiera bianca in seguito ad un problema al ginocchio. E il suo tecnico Marcelino spiega il perché dei continui stop della punta classe 1990, che non riesce mai ad entrare veramente in condizione: “Simone ha la rottura parziale del menisco – ha detto il tecnico del Valencia in conferenza stampa – Con questa ormai convive da tanto tempo ed è causa di fastidi temporanei. La sua situazione può andare avanti per lunghi tempi”.

Già, ma quanto a lungo? “Non si sa, fino a quando non condizionerà l’articolazione Simone continuerà a giocare, domani ad esempio è arruolabile. Fin quando non si bloccherà il ginocchio che lo costringerà all’intervento. Questo però può accadere in qualsiasi momento: oggi, domani o tra anni”. Insomma, il Valencia non ha al momento intenzione di privarsi del suo miglior attaccante, senza però comprometterne l’integrità: “Assolutamente, non metteremo mai a repentaglio la salute di Simone con una decisione”.


💊Pillola di Fanta

Simone Zaza, da reietto a invocato a furor di popolo. Dopo Euro 2016 e quel rigore maledetto mandato alle stelle contro la Germania, l’attaccante ha lasciato l’Italia per accasarsi ed è stato indicato da più parti come l’artefice dell’uscita della nostra Nazionale dalla kermesse dell’anno scorso. Adesso invece era tornato tra i convocati di Ventura dopo il grande avvio di stagione ma un infortunio misterioso lo ha costretto a saltare il doppio confronto con la Svezia. E il popolo si chiede… DOVE STA ZAZA?

Fonte foto: valenciacf.com