Europa League: tutti i risultati della 6^ giornata e le possibili avversarie delle italiane

Europa League: tutti i risultati della 6^ giornata e le possibili avversarie delle italiane

Sorprendentemente nessuna tedesca tra le squadre presenti ai sedicesimi, eccetto il Dortmund retrocesso dalla Champions. Ecco il quadro completo alla fine della fase a gironi

Con il sesto turno della fase a gironi si chiude questa prima fase di Europa League. Un torneo che, tra le squadre qualificatesi come prime due del proprio raggruppamento e le terze retrocesse dalla Champions League, si preannuncia essere altamente spettacolare. Dal Napoli di Sarri all’Atletico Madrid finalista in due delle ultime quattro edizioni della massima rassegna continentale, passando per Lazio, Milan, Atalanta, Arsenal e Borussia Dortmund, e senza tralasciare possibili sorprese. Il sorteggio degli accoppiamenti per i sedicesimi di finale si terrà lunedì 11 dicembre alle ore 13:00NyonEcco il quadro completo degli ultimi risultati, di tutte le squadre qualificate per la fase a eliminazione diretta di Europa League, suddivise in due fasce.

Girone A

Slavia Praga-Astana 0-1

Villareal-Maccabi Tel Aviv 0-1

Nel girone A è l’Astana a raggiungere il Villareal ai sedicesimi di finale. Sul campo dello Slavia Praga (diretta avversaria per il secondo posto) decisiva la rete di Anicic, che consente ai kazaki di andare avanti nella competizione. Indolore invece, per il “sottomarino giallo” (già sicuro del primo posto) la sconfitta interna col già eliminato Maccabi Tel Aviv.

Girone B

Dinamo Kiev-Partizan Belgrado 4-1

Young Boys-Skenderbeu Korce 2-1

Pura accademia nell’ultima giornata del raggruppamento B, dove Dinamo Kiev e Partizan erano già sicure del passaggio del turno. Nello scontro diretto tra le due compagini gli ucraini consolidano il primo posto dilagando sugli avversari : 4-1 il finale. Sugli scudi Junior Moraes, autore di una tripletta, che ora insidia il capocannoniere della competizione, Emiliano Rigoni dello Zenit San Pietroburgo. Piccola soddisfazione per gli svizzeri dello Young Boys, che vincendo in casa contro lo Skenderbeu riescono a non terminare la propria Europa League all’ultimo posto nel girone.

Girone C

Hoffenheim-Ludogorets 1-1

Istanbul Basaksehir-Sporting Braga 2-1

Il Ludogorets accede ai sedicesimi di finale in virtù dell’importante punto ottenuto sul campo dei tedeschi dell’Hoffenheim. Inutile quindi la bella vittoria dell’Istanbul Basksehir (che termina a un punto dai bulgari) contro il già qualificato Sporting Braga. In questa partita, da segnalare una rete di pregevole fattura realizzata da una vecchia conoscenza del nostro campionato: l’ex Inter Emre Belozoglu.

Girone D

Austria Vienna-AEK Atene 0-0

Rijeka-MILAN 2-0

Detto dell’ennesimo risultato negativo del Milan, che comunque era già sicuro del primo posto, in questo girone è l’AEK Atene a raggiungere il turno successivo insieme ai rossoneri. I greci, con lo 0-0 di Vienna, salgono a 8 punti, +1 sui croati del Rijeka. Non grandissima qualità ma grande compattezza per la squadra dell’ex Bologna e Verona Christodoulopoulos e dell’ex Inter Livaja, che si candida a essere una spina nel fianco per qualsiasi avversario.

Girone E

Apollon Limassol-Everton 0-3

ATALANTAOlympique Lione 1-0

Nel girone dell’Atalanta (bergamaschi primi in un girone proibitivo dopo lo scontro diretto vinto contro il Lione) c’è gloria anche per l’Everton. Dopo tante partite deludenti, gli inglesi riescono a centrare la prima vittoria nella competizione sul campo dell’Apollon Limassol. 0-3 il finale, doppio Lookman (classe 1997) e Vlasic, che scala, di conseguenza, all’ultimo posto del raggruppamento, a 3 punti.

Girone F

Copenhagen-Sheriff Tiraspol 2-0

Fastav Zlin-Lokomotiv Mosca 0-2  

Il Copenhagen acciuffa la qualificazione all’ultimo respiro, estromettendo lo Sheriff Tiraspol, primi fino a poche ore fa. Danesi e moldavi sono secondi a pari punti (9), ma ovviamente la differenza la fa il bilancio negli scontri diretti. Sale al primo posto la Lokomotiv Mosca, corsara sul campo del Fastav Zlin (a segno anche il solito Farfan, con un bellissimo “cucchiaio”).

Girone G

Hapoel Beer Sheva-Viktoria Plzen 0-1

Steaua Bucarest-Lugano 1-2

Nel girone G rimaneva da stabilire la gerarchia tra prima e seconda, vista la già centrata qualificazione da parte di Viktoria Plzen e Steaua Bucarest. Alla fine l’hanno spuntata i cechi (12 punti), in virtù della vittoria esterna sul campo dell’Hapoel Beer Sheva. Rumeni (10 punti), invece, battuti in casa dal Lugano (prima rete realizzata dall’ex Brescia e Palermo Daprelà).

Girone H

Arsenal-Bate Borisov 6-0

Stella Rossa Belgrado-Colonia 1-0

Dilaga l’Arsenal, già sicuro della qualificazione, sul malcapitato Bate Borisov: 6-0 il finale, primo posto in cassaforte. Ultimo slot disponibile per i sedicesimi occupato dalla Stella Rossa, che vince lo scontro diretto contro il Colonia grazie alla rete di Srnic. Un’altra tedesca, quindi, che non riesce a centrare la qualificazione al turno successivo.

Girone I

Olympique Marsiglia-Salisburgo 0-0

Vitoria Guimaraes-Konyaspor 1-1

Marsiglia e Salisburgo terminano a reti bianche il match del Velodrome e vanno a braccetto ai sedicesimi di finale: secondi i francesi e primi gli austriaci. Inutili gli sforzi del Konyaspor, in vantaggio per gran parte della partita sul campo del Vitoria Guimaraes, ma raggiunti sul pari a 10 minuti dal termine. I turchi, anche terminando il girone a pari punti con gli uomini di Garcia, sarebbero stati comunque estromessi dalla competizione a causa alla peggiore classifica avulsa.

Girone J

Herta Berlino-Ostersunds 1-1

Zorya-Athletic Bilbao 0-1

L’Athletic Bilbao agguantano la qualificazione all’ultimo respiro, grazie allo 0-1 sul campo dello Zorya firmato Aduriz. Gli spagnoli si aggiudicano anche il primo posto nel girone, soffiato all’Ostersunds, fermato sull’1-1 dall’Herta Berlino.

Girone K

Vitesse-Nizza 1-0

Zulte Wergem-LAZIO 3-2

Detto della Lazio, già sicura del primo posto ma che perde l’imbattibilità a causa della sconfitta sul campo dello Zulte Wergem, nel girone K non c’è niente di particolare da segnalare. Il Nizza era già sicuro del secondo posto, e gli olandesi del Vitesse terminano la propria avventura europea all’ultimo posto, nonostante l’1-0 sui francesi.

Girone L

Real Sociedad-Zenit San Pietroburgo 1-3

Vardar Skopje-Rosenborg 1-1

Giochi già fatti anche nel gruppo L. Lo Zenit di Mancini termina questa fase al primo posto, con una bella vittoria sul campo della Real Sociedad (seconda). A segno l’ex Roma Leandro Paredes per i russi. Nell’altro match tra escluse dall’Europa League, Vardar Skopje e Rosenborg salutano la competizione con un 1-1 che non scontenta nessuno.

Le 24 squadre qualificate ai sedicesimi di finale

AEK Atene, Arsenal, Astana, ATALANTA, Athletic Bilbao, Copenhagen, Dinamo Kiev, LAZIOLokomotiv Mosca, Ludogorets, MILAN, Nizza, Olympique Lione, Olympique Marsiglia, Ostersunds, Partizan Belgrado, Real Sociedad, Salisburgo, Sporting Braga, Stella Rossa Belgrado, Steaua Bucarest, Viktoria Plzen, Villarreal, Zenit San Pietroburgo.

Le 8 squadre retrocesse dalla Champions League

Atletico Madrid, Borussia Dortmund, Celtic Glasgow, Cska Mosca, Lipsia, NAPOLI, Spartak Mosca, Sporting Lisbona.

Prima fascia

Villarreal; Dinamo Kiev; Sporting Braga; MILANATALANTA; Lokomotiv Mosca; Viktoria Plzen; Arsenal; Salisburgo; Athletic Bilbao; LAZIO; Zenit San Pietroburgo; Atletico Madrid; CSKA Mosca; Lipsia; Sporting Lisbona.

Seconda fascia

Astana; Partizan Belgrado; Ludogorets; AEK Atene; Olympique Lione; Copenaghen; Steaua Bucarest; Stella Rossa Belgrado; Olympique Marsiglia; Ostersunds; Nizza; Real Sociedad; Borussia Dortmund; Celtic Glasgow; NAPOLI; Spartak Mosca.

Consulta anche:

TUTTE LE PRINCIPALI NEWS SULL’EUROPA LEAGUE