Fascino Wembley, incubo Kane: tutto sul Tottenham, avversaria della Juventus agli ottavi di Champions League

Fascino Wembley, incubo Kane: tutto sul Tottenham, avversaria della Juventus agli ottavi di Champions League

Gli inglesi sono ormai da anni protagonisti in Premier League. E adesso fanno paura anche in Europa, vista la grande affermazione nel girone contro Real Madrid e Borussia Dortmund

Sorteggio non propriamente agevole per la Juventus di Massimiliano Allegri. A Nyon, infatti, i bianconeri hanno pescato, per gli ottavi di finale di Champions League, gli inglesi del Tottenham: andata all’Allianz Stadium il 13 febbraio prossimo, ritorno a Wembley il 7 marzo. Gli uomini di Pochettino non sono certamente paragonabili (solo per risultati) ai connazionali del Manchester City  schiacciasassi, ma vista anche la presenza di avversari più abbordabili poteva andare certamente meglio a Dybala e compagni. Dal cinismo sotto porta di Harry Kane alla freschezza atletica di Dele Alli, passando per l’ex bianconero Fernando Llorente, andiamo alla scoperta dei prossimi avversari europei della Juventus.

LA SQUADRA

Il Tottenham è una formazione giunta alla sua piena maturazione, sia in Inghilterra che in Europa, in virtù di un’ossatura di base consolidata ormai da due anni. Su tutti, oltre ai già citati Kane, Alli e Llorente (che insieme a Son ed Eriksen costituiscono un reparto avanzato a trazione prettamente anteriore), spiccano i centrali di centrocampo. Dembelè e Sissoko costituiscono una coppia che sa abbinare grande sostanza mista a qualità. E anche il reparto arretrato ha acquisito maggiore solidità, grazie anche al sostegno e all’esperienza del portiere veterano Lloris.

Formazione tipo (4-2-3-1): Lloris; Trippier, Sanchez, Vertonghen, Davies; Sissoko, Dembelè; Eriksen, Alli, Son; Kane.

L’ALLENATORE

L’argentino Mauricio Pochettino è un tecnico che vanta da un po’ di tempo a questa parte numerosi estimatori in tutta Europa (si era parlato anche di Inter, prima che arrivasse Spalletti). Alle spalle un passato da buon giocatore e inizio della carriera da allenatore nel 2009, sulla panchina dell’Espanyol, da subentrante. Stesso destino del 2013 ma in Inghilterra, al Southampton, per poi passare all’Everton. Nel 2014 diventa, invece, il nuovo allenatore del Tottenham, dove esordisce con un 5º posto, ma dalla stagione successiva non lascerà più le prime quattro posizioni della classifica, offrendo un calcio altamente spettacolare, e negli ultimi tempi migliorando anche la fase difensiva.

LA STELLA

Facile individuare chi sia in assoluto il miglior giocatore della squadra: Harry Kane. Un attaccante completo, bravo di testa e di piede, fortissimo fisicamente e con un tiro micidiale da qualsiasi distanza. La punta del Tottenham e della Nazionale inglese è capocannoniere della Premier League da due stagioni, e vanta 116 gol in 184 presenze con gli “spurs”. Non male per un ventiquattrenne. Chiellini e Benatia sono avvisati.

LA STAGIONE

In campionato, apparentemente, il Tottenham sembra essere in ritardo rispetto alle avversarie visto l’attuale sesto posto. Tuttavia la stagione non è neanche a metà e gli uomini di Pochettino sono a sole quattro lunghezze dal Chelsea di Antonio Conte, attualmente terzo. Daranno sicuramente ancora molto filo da torcere a tutti gli avversari. In Champions, invece, gli “spurs” hanno dominato un girone non da niente. Cinque vittorie su sei, col Real Madrid relegato al secondo posto e il Borussia Dortmund ridotto ai minimi termini. Ed è difficile credere che vogliano fermarsi qui.

I PRECEDENTI

Sarà una prima assoluta tra le due squadre: nessun precedente in Europa tra le due compagini. Un  solo incrocio, recentemente, in amichevole, la scorsa estate vinta, col 2-0 del Tottenham firmato Kane e Eriksen. Poco incoraggianti anche i precedenti della Juventus contro le inglesi in scontri ad eliminazione diretta: 5 eliminazioni negli ultimi 5 doppi confronti. E gli “spurs”, dal canto loro, vantano 5 passaggi del turno su 6 incroci a eliminazione diretta contro le italiane. Solo la Fiorentina nel 2014-15 riuscì a spuntarla in Europa League. Inoltre, questa è la seconda volta che la squadra londinese arriva agli ottavi di Champions League. La prima fu nel 2010/11, e in quell’occasione il Tottenham eliminò il Milan allenato proprio da Allegri. I bianconeri, quindi, dovranno vedersela anche contro il passato.

Consulta anche:

L’ESITO DEL SORTEGGIO DI CHAMPIONS LEAGUE

LE AVVERSARIE DELLE ITALIANE IN EUROPA LEAGUE