Atalanta, De Roon: “Gasperini? Tatticamente è un fuoriclasse”

Atalanta, De Roon: “Gasperini? Tatticamente è un fuoriclasse”

Il centrocampista della formazione bergamasca loda il tecnico e incorona la Serie A: “In Italia la tattica è ad un livello superiore. Qua si migliora”

L’Atalanta di Gian Piero Gasperini continua a vincere e convincere, raccogliendo sempre più punti e navigando nuovamente verso una clamorosa seconda qualificazione europea consecutiva. Uno dei giocatori più importanti della formazione nerazzurra è il centrocampista Marten De Roon, che in questa stagione sta dimostrando di poter essere un pilastro dell’Atalanta. L’olandese si è raccontato in un’intervista a La Gazzetta dello Sport, ecco le parole di De Roon.

Sul calcio italiano: “Nel mio Paese amano i giocatori che fanno tanto possesso palla mentre io… forse sono più bravo senza. Sono voluto tornare alla Dea perché, dopo aver provato la Premier League, che era il mio sogno, ho capito che l’ Italia è più adatta a me, sia in campo che fuori. Tatticamente il calcio italiano è più avanti e a me piace pensare il calcio: in Italia si migliora, lo dimostra anche De Vrij nella Lazio”.

Sulla nazionale olandese: “Magari non da titolare, diciamo un posto nei 23. Spero che Koeman diventi il nuovo allenatore degli Oranje, ha idee chiare sul calcio olandese. Non abbiamo più i fuoriclasse di un tempo, eppure in Olanda la gente ancora ricorda ancora Cruijff e pensa che il nostro stile sia il migliore e che si debba essere belli per vincere. Non si può giocare in un certo modo senza i Cruijff, i Van Persie, i Gullit, Sneijder, Robben o Van Basten”.

Su Marco Van BastenMi diede la fascia a capitano dell’Herenveen dopo che mi volle fortemente in squadra. Per lui era difficile lavorare con noi: diceva sempre “Gullit e Rijkaard facevano così”. Con noi era un po’ diverso”.

Su Gasperini e l’Atalanta“Tatticamente è un fuoriclasse. Vincere è quello che conta, e con lui si vince tanto. Adesso, ha dovuto anche cambiare mentalità, perché le squadre vengono a Bergamo e si difendono: se prima non volevamo perdere, ora puntiamo sempre a prenderci i tre punti, non ci sentiamo inferiori a nessuno. In Coppa contro la Juve sarà tosta, in Europa possiamo provare a sfruttare il momento no del Borussia. L’obiettivo principale è quello di avanzare in tutte le competizioni. Se così non fosse, allora cercheremo di regalarci un’altra stagione in Europa”.


💊Pillola di Fanta

Si tratta di uno dei pilastri del centrocampo nerazzurro e, anche grazie alle solide prestazioni sue e dei suoi compagni, l’Atalanta naviga a vele spiegate verso la parte alta della classifica. Forse è il calcio italiano, forse è Gasperini, forse è l’aria di Bergamo. Solo una cosa è certa: De Roon ama l’Atalanta e l’Atalanta ama De Roon. DIGA