Barcellona, Abidal rivela: “Durante la malattia i miei compagni soffrivano a vedermi”

Barcellona, Abidal rivela: “Durante la malattia i miei compagni soffrivano a vedermi”

Nel reportage a lui dedicato, l’ex terzino della nazionale francese rivela alcuni retroscena sulle reazioni dei suoi compagni nel periodo della malattia. Ecco le sue dichiarazioni

Eric Abidal torna a raccontarsi nel reportage “La mia parte d’ombra”, un documentario dedicato alla sua vincente carriera da giocatore e alla commovente storia su come abbia sconfitto il cancro al fegato. E stavolta l’ex terzino francese si sofferma su alcuni dettagli che non aveva mai rivelato prima, e riguardano le reazioni dei compagni nel periodo della malattia. Una sofferenza, quella di Abidal, assolutamente condivisa dallo spogliatoio blaugrana, quasi in simbiosi con lui. Ecco le dichiarazioni del giocatore.

“Avevo questo dolore che non aveva mai sentito in tutta la mia vita. Era insopportabile, come un coltello che lentamente s’infila in una ferita aperta. Quando il medico mi disse che avrei dovuto fare un’ altra operazione, paradossalmente ero felice. Alcuni dei miei compagni mi avevano visto troppo dimagrito. Così ho fatto un video per i giocatori prima di una partita per incoraggiarli. Sapete cosa mi ha detto Messi? Non mandarci altro, ci fa troppo male. Così gli ho detto di non preoccuparsi, avrei continuato a tifare per loro. Poi mi hanno spiegato che mi avevano visto come un cadavere che si muoveva e che questo li aveva buttati a terra”.

Consulta anche:

TUTTE LE PRINCIPALI NEWS SUL CALCIO ESTERO

IL TABELLONE COMPLETO DEL CALCIOMERCATO INVERNALE DELLE 20 SQUADRE DI SERIE A

💊 Pillola di Fanta 

Non particolarmente prolifico in ottica bonus, solo 4 gol e 15 assist nella sua carriera, ma sicuramente le soddisfazioni non sono mancate ad Abidal. Per lui tanti trionfi a livello nazionale in Spagna, Francia e Grecia, ma nella sua bacheca brillano soprattutto 2 Champions League, 2 Mondiali per Club e una Supercoppa Europea vinti in blaugrana. CAMPIONE DI TUTTO