FIGC, Lotito non si candida per mancanza di voti: rimangono in tre

FIGC, Lotito non si candida per mancanza di voti: rimangono in tre

Claudio Lotito non ha presentato la sua candidatura per la presidenza della FIGC, al patron della Lazio sono mancati i voti necessari: adesso è corsa a tre

Niente da fare per Claudio Lotito. Nonostante ci abbia provato quasi fino alla mezzanotte di ieri, termine ultimo per presentare la candidatura, il patron della Lazio non è riuscito ad ottenere i voti necessari alla candidatura a presidente della FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio). Adesso è corsa a tre tra Sibilia (presidente Lega Nazionale Dilettanti), Gravina (presidente Serie C) e Tommasi (presidente Associazione Italiana Calciatori).

A Lotito sono mancati i voti sia in Serie A che in Serie B. Nella massima divisione il patron della Lazio ha ricevuto i no di Roma, Inter, Juventus, Fiorentina, Torino, Sassuolo, Bologna, Cagliari, Spal e Benevento, quest’ultimo indeciso fino all’ultimo momento. In Serie B i voti sono invece arrivati solamente a 11, sui 22 disponibili. Niente da fare quindi, Claudio Lotito non ha potuto così presentare la sua candidatura alla presidenza della FIGC.