Inter, Pastore non si nasconde: “I nerazzurri sono un’opzione, ma non dipende solo da me. Voglio il Mondiale”

Inter, Pastore non si nasconde: “I nerazzurri sono un’opzione, ma non dipende solo da me. Voglio il Mondiale”

Il trequartista argentino ammette che la possibilità di vederlo vestire la maglia nerazzurra è tutt’altro che remota. Ma occorrerà anche uno sforzo importante da parte della società

Javier Pastore non è più un mistero che sia l’obiettivo numero uno di calciomercato per l’Inter, che deve sostituire il partente Joao Mario. Ed è lo stesso trequartista argentino a confermare che la situazione potrebbe sbloccarsi da un momento all’altro, ma la scelta personale e per la famiglia è molto difficile, dopo tanti anni a Parigi, in maglia PSG. Tuttavia Pastore ha sempre meno spazio nell’undici titolare, e per disputare il Mondiale di Russia serve che giochi, e Spalletti sarebbe ben felice di accontentarlo. Ecco le dichiarazioni dell’argentino dopo la partita col Montpellier.

“Sto bene al PSG, ma sto valutando l’ipotesi Inter con la mia famiglia. Non è una decisione semplice, nei prossimi giorni decideremo. Il mio obiettivo è quello di andare al Mondiale, per questo vorrei giocare di più. Se non dovessi andare in Russia perché ho giocato poco, lo rimpiangerei per tutta la vita. Al momento non so cosa succederà. Si parla molto dell’Inter e mi piacerebbe tornare in Italia se dovessi lasciare il PSG. Mi sono trovato bene, conosco il campionato. I nerazzurri sono sempre stati vicini già da un po’ di tempo. Non ho preso una decisione e nemmeno la società, sto aspettando per vedere cosa succede. L’importante è che l’Inter se mi vuole mi prenda perché gli manca un giocatore come me e non tanto per prendermi. Non ho parlato con Spalletti, ma ho sentito la sua intervista. Molto divertente”.

Consulta anche:

LE PRINCIPALI NEWS DI CALCIOMERCATO

IL TABELLONE COMPLETO DEL CALCIOMERCATO INVERNALE

LA LISTA AGGIORNATA CON TUTTI I CONVOCATI DELLA 22^ GIORNATA DI SERIE A

LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 22^ GIORNATA

💊 Pillola di Fanta 

Nella sua esperienza al Palermo, Javier Pastore ha totalizzato 16 gol e 16 assist tra le varie competizioni, incantando gli spettatori dello stadio Barbera e non solo con giocate di altissima classe. Cosa ampiamente riuscitagli anche a Parigi. Tuttavia l’arrivo di altri campioni all’ombra della torre Eiffel ha sempre più diminuito lo spazio per l’argentino, che adesso potrebbe davvero tentare il rilancio personale nell’undici di Spalletti, in un campionato che gli ha dato tante soddisfazioni. NOSTALGICO