Inter-Roma, Di Francesco: “Dzeko? Per noi è importante, non posso dire altro. Nainggolan resta”

Inter-Roma, Di Francesco: “Dzeko? Per noi è importante, non posso dire altro. Nainggolan resta”

Di Francesco non si sbilancia sul futuro di Dzeko, ma toglie dal mercato Nainggolan. Sulla partita, ammette il calo negli ultimi 20 minuti e spiega le sue scelte di formazione

Grande rammarico per la Roma, in vantaggio fino all’86’ a San Siro contro l’Inter, ma poi riacciuffata da un gol di Vecino. Nel post partita, Di Francesco applaude i suoi, ma ammette il calo del finale. E parla anche dei due uomini mercato Dzeko e Nainggolan.

Sulla partita: “Abbiamo fatto una buona gara per i primi 65/70 minuti, poi siamo fisicamente calati. Ci siamo schiacciati troppo, peccato perché avremmo dovuto sfruttare meglio il predominio di gioco che abbiamo avuto durante la sfida e siamo mancati un po’ in attacco. Siamo rammaricati perché nonostante le assenze volevamo vincere: in questo campionato abbiamo ottenuto meno di quello che avremmo meritato, ma per colpe nostre; penso proprio alla partita di andata contro l’Inter“.

Sulla formazione: “Ho messo Gerson più mezzala ed esterno; a seconda di come andava, si scambiava il ruolo con Nainggolan che volevo giocasse più libero, così da mandare El Shaarawy in avanti. Strootman davanti alla difesa? Già l’avevo provato in allenamento, viene a prendere la palla bassa. Ha dato equilibrio, ha accorciato davanti ma è stato bravissimo nella gestione della palla. Peres? La responsabilità non va data al calciatore. Non era proposto a caso, l’avevamo provato. Su Florenzi mi viene da sorridere: dicevano tutti che avrebbe sofferto con Perisic, ma così non è stato”.

Su Dzeko e Nainggolan, dati ogni giorno per partenti: “Fino a quando i giocatori ci sono li faccio giocare. Io non parlo né mi occupo di mercato, soprattutto in questo periodo delicato: fra tre giorni abbiamo un’altra sfida difficilissima. Per me Edin è importante, non posso dire altro: non è mai partito dalla panchina, questo fa capire quanto ne abbiamo bisogno. Fino a che sarà un giocatore della Roma lo utilizzerò. Nainggolan? Lui resta, è stato fuori per l’errore di capodanno: sono contento di quello che ha fatto e sta facendo“.

Consulta anche:

Le pagelle di Inter-Roma: Alisson gladiatore, bene El Shaarawy

💊 Pillola di Fanta

Da una parte Nainggolan, dall’altra Vecino: il belga ha nell’Inter una delle sue vittime preferite, ma in questa stagione non è riuscito a segnare ai nerazzurri. L’uruguayano, invece, ha segnato sia all’andata che al ritorno ai giallorossi. CECCHINO