Lazio-Chievo Verona 5-1: il talento di Milinkovic regala i tre punti ad Inzaghi

Lazio-Chievo Verona 5-1: il talento di Milinkovic regala i tre punti ad Inzaghi

Vittoria all’Olimpico per la Lazio di Simone Inzaghi, battuto un Chievo mai arrendevole. Preoccupazione per le condizioni di Immobile

Vittoria fondamentale per la Lazio che ora vincendo il recupero contro l’Udinese in casa potrebbe volare da sola al terzo posto. Gli uomini di Inzaghi hanno gestito nel secondo tempo – per poi colpire ancora – il vantaggio acquisito nel primo con non poche difficoltà. Notizia negativa della giornata l’infortunio di Immobile uscito per un problema muscolare nel corso de primo tempo.

PRIMO TEMPO

La partita inizia a ritmo blando e le due settimane di sosta si fanno sentire. Al minuto 3 Immobile prova una conclusione velleitaria da fuori area, nessun problema per Sorrentino. I problemi invece sono per Immobile che sente tirare l’adduttore e richiama subito la panchina. Dopo brevi consulti l’attaccante della Nazionale decide di provare a restare in campo. Ed è proprio sua la prima occasione della partita quando impegna con un colpo di testa Sorrentino su cross di un ispirato Marusic. Il gol arriva al 23’: sugli sviluppi di un’altra azione di Marusic che fa impazzire Gobbi e scarica su Luis Alberto. Lo spagnolo tira da fuori area e batte Sorrentino con deviazione. Non passa nemmeno un minuto e su un lancio di Radovanovic, Bastos buca l’intervento e Pucciarelli ne approfitta per battere a rete. È 1-1. La Lazio non ci sta e continua a macinare gioco. I biancocelesti ritrovano il vantaggio al minuto 31’ con Milinkovic Savic. Il serbo viene servito da Parolo al limite dell’area dopo un’azione insistita.

Le emozioni non sono finite qui. Dopo 3 minuti dal vantaggio laziale deve arrendersi Immobile che non ce la fa. Al suo posto Felipe Anderson. Nei minuti di recupero l’arbitro Abisso fischia un rigore a favore del Chievo per fallo di Lulic su Stepinski. Il Var richiama la sua attenzione e dopo pochi minuti la decisione viene invertita.

SECONDO TEMPO

Il Chievo entra in campo con un altro piglio. La Lazio subisce parecchio le avanzate dei clivensi e sembra non essere al meglio della condizione. Un’amnesia difensiva di Wallace mette Stepinski davanti a Strakosha. Il polacco tira da posizione defilata e colpisce l’esterno della rete. I biancocelesti sembrano patire molto l’adattamento alla mancanza di Immobile e non riescono a trovare la quadra. Ma la Lazio è una grande squadra e nel momento di difficoltà si affida ai suoi campioni. Lucas Leiva imbecca con un bel passaggio in verticale Milinkovic Savic che al volo punisce Sorrentino. È il gol del 3 a 1.

Sussulto ancora del che prima di lasciare il posto a Nani ha il tempo di mettere paura a Sorrentino con un tiro da fuori che sorvola di niente l’incrocio dei pali. Le emozioni scarseggiano fino a che Bastos non decide di farsi perdonare tutte le amnesie difensive della domenica mettendo a segno un gol straordinario con un pallonetto di piatto destro da fuori area. È l’83’ e il punteggio è sul 4-1. La Lazio però non è mai sazia e Nani cala il pokerissimo su assist di Lukaku che ara la fascia, salta due avversari e serve il portoghese. C’è solo il tempo per la melina biancoceleste prima del triplice fischio che manda le squadre negli spogliatoi con il risultato di 5-1.

 

Lazio (3-5-2): Strakosha; Bastos, de Vrij, Wallace; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto; Immobile. All. Inzaghi

Chievo Verona (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Bani, Tomovic, Gobbi; Bastien, Radovanovic, Hetemaj; Birsa; Stepinski, Pucciarelli. All. Maran

MARCATORI: Luis Alberto al 23′ (L), Pucciarelli al 24′ (C), Milinkovic Savic (L) al 31′ e al 68′, Bastos (L) al 83′, Nani (L) al 86′

AMMONITI: Lulic (L)

ESPULSI: –

ASSIST: Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Lukaku, Nani (L); Radovanovic (C)