Verona-Crotone 0-3, Ricci show! I calabresi espugnano il Bentegodi

Verona-Crotone 0-3, Ricci show! I calabresi espugnano il Bentegodi

 

Apre Barberis su calcio piazzato. Nella ripresa sale in cattedra il giovane Ricci e il Veronoa finisce al tappeto

Tre punti fondamentali per i calabresi di Walter Zenga, che interrompono la striscia di sconfitte consecutive con una grande prestazione. La punizione di Barberis indirizza il match dal principio. L‘espulsione di Zuculini e le giocate di Ricci completano l’opera. Il Crotone si sgancia momentaneamente dalla zona calda. Per il Verona la sconfitta di oggi è più di un semplice campanello d’allarme.

Per la sfida del Bentegodi, Fabio Pecchia lancia il tandem dei nuovi acquisti Matos-Petkovic. Ferrari sostituisce il partente Caceres sull’out di destra, con Fares dall’altro lato. Conferma per Valoti sulla trequarti. Anche Zenga cala il tris di volti nuovi: Benali, Ricci e Capuano contemporaneamente in campo. Fuori Budimir a vantaggio di Trotta.

Neanche il tempo di sincronizzare gli orologi e il Crotone è già in vantaggio, con una punizione sublime di Andrea Barberis. Il ’10’ calabrese toglie finalmente lo zero dalla casella dei gol fatti. Il Verona, frastornato dall’avvio shock, prova a scuotersi, ma la fretta e la confusione dominano le manovre degli scaligeri. Tanta imprecisione e tanti errori banali per la squadra di casa, col Crotone abile a chiudersi e a sfruttare le imprecisioni dei gialloblu per ripartire in contropiede. La squadra di Zenga appare molto più cinica e pragmatica, meritando il giusto vantaggio al termine dei primi quarantacinque minuti.

La ripresa si apre con l’ingresso di Giampaolo Pazzini per Heurtaux.  Pecchia prova a dare un assetto più spregiudicato ai suoi ragazzi. Ma è ancora il Crotone a bussare per la seconda volta: Ricci crossa al centro per Stoian che ha vita facile nel bucare Nicolas da pochi passi al 54′. Notte fonda per il Verona, che prova a scuotersi con l’ingresso del ‘Pazzo’, il quale ispira Valoti che tuttavia non riesce a trovare il bersaglio grosso. Tre minuti dopo Zuculini compie una follia entrando a gamba tesa su Benali: l’arbitro Rocchi non può fare a meno di estrarre il rosso diretto. La squadra di Zenga cala il tris al 67′, con Federico Ricci che tira fuori una perla a giro col suo sinistro sulla quale Nicolas non può nulla. L’esterno ex Sassuolo mette la pietra tombale sul match del Bentegodi.

Hellas Verona (4-2-3-1): Nicolas, Ferrari, Heurtaux (dal 46′ Pazzini), Caracciolo, Fares, Buchel, Zuculini, Romulo, Valoti (dal 60′ Verde), Matos, Petkovic (dal 68′ Calvano). All. Pecchia  

Crotone (4-3-3): Cordaz; Sampirisi, Ceccherini, Capuano, Martella; Barberis, Mandragora, Benali (dal 77′ Crociata); Ricci (dall’81’ Faraoni), Trotta (dal 73′ Budimir), Stoian. All. Zenga

Ammoniti: Fares (V), Ricci, Ceccherini, Martella, Stoian, Capuano (C),

Marcatori: Barberis al 3′ (C), Stoian al 54′ (C), Ricci al 67′ (C)

Assist: Ricci per Stoian (54′)

💊 Pillola di Fanta

Per il Crotone si tratta della seconda vittoria esterna del suo campionato, dopo quella arrivata al Dall’Ara contro il Bologna.  Ma quella di oggi, ottenuta in uno scontro salvezza, ha un peso specifico inestimabile, per giunta nello stadio in cui – lo scorso campionato – iniziò la clamorosa rimonta salvezza. CORSARI

Fonte foto: fccrotone.it