Al via la Uefa Nations League, azzurri con Polonia e Portogallo

Al via la Uefa Nations League, azzurri con Polonia e Portogallo

L’urna di Losanna ha emesso il suo verdetto: l’Italia se la vedrà coi lusitani e i polacchi. CR7 e Lewandowski gli spauracchi da temere

Parte il nuovo corso delle Federazioni internazionali, Italia compresa. Nonostante la caotica situazione tecnico-federale del Belpaese, gli azzurri sono obbligati a guardare al futuro. E il futuro si chiama Uefa Nations League, che aprirà i battenti dal 6 settembre prossimo e vedrà la Nazionale azzurra scontrarsi con Polonia e Portogallo, che completeranno il terzo raggruppamento della Lega A.

È opportuno ricordare che le 55 partecipanti alla Uefa Nations League sono divise in base al loro ranking Uefa. Nello specifico, le squadre che occupano le prime 12 posizioni stazionano in Lega A, dalla 13esima alla 24esima saranno in Lega B, dalla 25esima alla 39esima in Lega C e le restanti in Lega D. La competizione nasce con lo spirito di rendere più avvincenti gli intermezzi tra le varie competizioni internazionali. Le amichevoli, spesso, risultavano prive di mordente o addirittura eccessivamente sbilanciate nel pronostico. Con questa formula – grazie al meccanismo di promozioni e retrocessioni – le sfide si faranno più avvincenti e soprattutto vedremo battersi le diverse formazioni assolutamente ad armi pari.

I tre gironi sorteggiati, oltre a quello degli azzurri, sono così definiti:

Gruppo 1: Germania, Francia, Olanda

Gruppo 2: Belgio, Svizzera, Islanda

Gruppo 4: Spagna, Inghilterra, Croazia

Raggruppamento di ferro il primo, con Germania e Francia pronte a darsi battaglia in memoria di vecchi – e nuovi – fasti. Ma anche il girone 4 promette fuoco e fiamme. Quella tra Spagna e Croazia è una sfida potenzialmente pirotecnica. Più disteso il clima nel gruppo 2, dove il Belgio sembra favorito e non dovrebbe avere problemi a regolare le rivali. Ma la sorpresa Islanda è sempre in agguato. Le ultime quattro classificate dei gironi retrocederanno in Lega B. Le quattro vincitrici dei rispettivi raggruppamenti passeranno alle Final Four che animeranno l’estate 2019, in preparazione all’attesissimo Europeo itinerante del 2020.

Fonte foto: twitter.com/Vivo_Azzurro