Juventus-Tottenham, Allegri tuona: “Il 2-2 non ci deprime. A Wembley senza timore”

Juventus-Tottenham, Allegri tuona: “Il 2-2 non ci deprime. A Wembley senza timore”

Le parole del tecnico bianconero al termine del pareggio contro gli ‘Spurs’

Il primo round dell’ottavo di finale di Champions League va in archivio con non pochi rimpianti. Alla doppietta di Higuain rispondono Kane ed Eriksen, nel mezzo anche un rigore fallito dal ‘Pipita’. Tra i bianconeri serpeggia malumore per il doppio vantaggio sprecato ma è proprio il loro condottiero, Massimiliano Allegri, a tuonare nel post gara su questo tema: “Credo che si sia persa di vista la realtà delle cose. La Champions League è un nostro obiettivo, la Juventus giocherà sempre per vincerla ma non è la favorita. Non si può commettere l’errore di pensare di poter arrivare ogni anno in finale“.

Sulla partita di oggi: ” E’ stata una partita molto gradevole. Abbiamo subito il ritorno del Tottenham e sbagliato qualche palla di troppo in uscita. Buffon ha fatto una grande parata, abbiamo avuto l’occasione del 3-0 e poi abbiamo fallito un rigore. Il 2-2 ci sta come risultato, poiché eravamo coscienti di affrontare una squadra molto forte“.

Sulla gara di ritorno a Wembley: “Abbiamo fatto il massimo e i ragazzi devono essere soddisfatti. Dispiace aver sprecato il doppio vantaggio ma abbiamo tutte le carte in regola per passare il turno. Andremo a Londra a giocarci la partita, ma non bisogna pensare che la Juventus debba vincere tutte le partite 3-0. È una mancanza di rispetto contro squadre di grande caratura che vengono ad affrontarci“.

Sugli obiettivi della squadra: “L’obiettivo numero uno della Juventus è il campionato. Siamo vicini anche alla quarta Coppa Italia, non dimentichiamolo. Se questo ambiente si deprime per un 2-2 rischiamo di perdere ogni certezza. Matuidi e Dybala? Ci saranno quasi sicuramente al ritorno, ma ora c’è da rituffarsi sul campionato. Il derby col Torino non aspetta“.

💊 Pillola di Fanta

L’ultimo 2-2 della Juventus, allo Stadium, in un ottavo di finale di Champions risale al 23 febbraio 2016. Sturaro siglò la rete del pareggio, che permise ai bianconeri di giocarsela a viso aperto a Monaco. L’avversario, stavolta, è di caratura nettamente inferiore rispetto ai bavaresi, ma Allegri dovrà studiare le giuste contromisure per arginare quella che, a Wembley, sembra una vera corazzata. PATRICE, SPAZZALA!

 

 

 

 

Fonte foto: juventus.com