Dal miracolo Wigan in FA Cup agli scontri di Bilbao in Europa League: il Pagellone del lunedì

Dal miracolo Wigan in FA Cup agli scontri di Bilbao in Europa League: il Pagellone del lunedì

Il meglio e il peggio della settimana calcistica appena trascorsa. Dal miracolo Wigan contro il Manchester City in FA Cup agli scontri di Bilbao in Europa League

Voto 10 al Wigan. Doveva succedere un miracolo affinché il Wigan, squadra di terza serie inglese, potesse eliminare la corazzata Manchester City al quinto turno di FA Cup. E così è accaduto. Grazie ad una rete dell’ormai celebre Will Grigg, attaccante nordirlandese diventato famoso nell’estate 2016 in occasione degli Europei in Francia, il Wigan batte 1-0 la squadra di Guardiola e approda ai quarti di finale. Nel prossimo turno i Latics affronteranno il Southampton di Gabbiadini.

Voto 9 a Patrick Cutrone. Con quella realizzata ieri sera a Roma, Patrick Cutrone è arrivato a quota 14 reti in stagione. E’ vero forse non sorprende nemmeno più vederlo segnare e risultare così decisivo, ma non ci si può dimenticare che questo ragazzo ha appena compiuto vent’anni. Sei gol fatti in campionato – quattro nelle ultime 4 presenze -, altri 6 in Europa League e 2 in Coppa Italia, dove mercoledì sera è chiamato ad essere ancora una volta il trascinatore del suo Milan.

Voto 8 a Sergej Milinkovic-Savic. Il suo talento è ormai certificato dalla pazzesca stagione che sta facendo, ma il centrocampista serbo merita un elogio particolare. Milinkovic-Savic con la doppietta realizzata ieri a Reggio Emilia contro il Sassuolo è diventato il centrocampista più giovane ad aver segnato almeno 9 gol nei cinque maggiori campionati europei 2017/18. Doppia cifra stagionale raggiunta visto che alle 9 reti in campionato vanno aggiunte le 2 realizzate in Europa League.

Voto 7 a Gabigol. L’attaccante brasiliano di proprietà dell’Inter, da quando si è trasferito in Brasile a gennaio, sembra aver ritrovato il proprio talento. Tornato al Santos, squadra che lo ha cresciuto e lanciato nel calcio che conta, Gabigol ha fino a questo momento segnato 4 reti in altrettante partite. L’ultima ieri con il Santo André nel campionato Paulista.

Voto 6 alla protesta dei tifosi dell’Eintracht Francoforte. In Germania la novità di inserire nel calendario della Bundesliga i match al lunedì sera ad alcuni tifosi proprio non è piaciuta. A protestare in particolare sono stati quelli dell’Eintracht Francoforte che, prima della partita contro il Lipsia di lunedì scorso, hanno prima esposto alcuni striscioni su cui tra le altre cose c’era scritto “Anche il mio parrucchiere ha il lunedì libero“. Azione questa che ha obbligato l’arbitro a far iniziare l match con circa 6 minuti di ritardo. Non soddisfatti dopo l’intervallo gli stessi ultras hanno cominciato a lanciare palline da tennis dalla loro curva all’interno del terreno di gioco. La gara ha anche in questo caso avuto 10 minuti di ritardo.

Voto 5 all’infortunio di Sam Henderson. Infortunio davvero singolare quello che ha subito il portiere del Queen of the South, formazione che milita in Championship scozzese. La squadra britannica, nell’ultimo match è andata in emergenza portieri. Se il titolare Alan Martin è andato ko per un problema alla coscia, non si può dire lo stesso per la riserva Sam Henderson, che invece è rimasto fuori a causa di una mucca. Il portiere 19enne quando non si allena in campo, aiuta il padre nella fattoria di famiglia. Durante il suo “secondo lavoro” è stato colpito da una mucca che gli si è lanciata contro facendolo sbattere per terra e infortunandogli la spalla. Il colpo lo ha costretto a saltare il match in programma nell’ultimo weekend.

Voto 4 a Mark Flekken. Davvero incredibile ciò che è accaduto sabato pomeriggio sul campo del Duisburg, squadra di seconda divisione tedesca. Sul terreno di gioco si stanno affrontando la squadra di casa e l’Ingolstadt, quando al 18′ accade l’impensabile. Il Duisburg è in vantaggio 1-0, quando un contropiede orchestrato dagli ospiti porta al pareggio. Nulla di grave penserete. Peccato che la rete sia arrivata con il portiere locale Mark Flekken fermo in mezzo alla porta che si dissetava dalla sua borraccia. Tempismo completamente sbagliato per prendersi una pausa. Per il suo bene il Duisburg ha comunque vinto la partita 2-1.

Voto 3 a Cheik Keita. Episodio davvero spiacevole quello che ha avuto come protagonista il difensore del Bologna Chek Keita. Il terzino maliano, a bordo della sua Mercedes, giovedì pomeriggio ha investito una bambina di origine moldava, non fermandosi a prestare soccorso ma scappando via a grande velocità. Il ventiduenne poi, forse colpito dai sensi di colpo, è tornato indietro a sincerarsi delle condizioni della bambina. La piccola è stata ricoverata non in gravi condizioni all’ospedale Maggiore di Bologna.

Voto 2 all’ennesima rissa in Sud America. Siamo nel finale della semifinale di Copa Libertadores U20 tra Independiente del Valle e River Plate di Montevideo quando scoppia una rissa tra i giocatori in campo. Protagonista indiscusso il difensore ecuadoriano dell’Independiente Angelo Preciado, che preso di mira da quasi tutta la squadra avversaria – probabilmente a causa di un colpo proibito -, si rifugia vicino al calcio d’angolo brandendo la bandierina come oggetto di difesa. Il difensore ottiene l’effetto di spaventare i suoi avversari, riuscendo a portare a casa la pelle.

Voto 1 agli scontri di Bilbao. Momenti di tensione e scontri hanno caratterizzato il pre partita del ritorno dei 16esimi di finale tra Athletic Bilbao e Spartak Mosca. Un gruppo di ultrà di 400 russi, giunti in Spagna privi di biglietto, sono venuti a contatto con alcuni tifosi dell’Herri Norte, uno dei gruppi più estremi della calda frangia del tifo basco nei pressi dello stadio San Mames. A un iniziale lancio di bicchieri e bottiglie è seguita una serie di lanci di razzi e fuochi d’artificio ad altezza uomo. Solo il pronto intervento delle forze dell’ordine ha evitato il peggio. Non è andata bene, tuttavia, ad un agente di 50 anni. Un forte colpo subito al volto, gli ha causato un primo arresto cardio-respiratorio. Rianimato e trasportato d’urgenza all’ospedale Basurto è deceduto a causa di un secondo arresto cardiaco.

Fonte foto: twitter.com/LaticsOfficial