Fantacalcio, rush finale: 10 giocatori da evitare dopo la sosta di Serie A

Fantacalcio, rush finale: 10 giocatori da evitare dopo la sosta di Serie A

Ad appena 9 giornate dal termine del campionato, vi diamo 10 consigli di fantacalcio: 10 giocatori sui non quali puntare per il rush finale

Manca davvero poco al traguardo di questa splendida stagione calcistica. Nove giornate delineeranno chi la spunterà nella corsa agli obiettivi di tutte le squadre di Serie A. Un campionato quantomai incerto su tutti i fronti che sicuramente rispecchia anche quanto succede nelle classifiche del nostro amato fantacalcio. Sbagliare una sola mossa potrebbe compromettere un risultato agognato un’intera stagione tra veleni domenicali e notti insonni aspettando il monday night. Per questo vogliamo aiutarvi  consigliandovi 10 giocatori sui quali NON fare affidamento per il rush finale.

  1. Emiliano Viviano (Sampdoria):
    Escludendo dalla lista i portieri in lotta per la retrocessione, su cui diffidiamo sempre, Viviano ci sembra il meno adatto a condurre in porto la vostra fantasquadra. Sicuramente i 9 gol subiti tra Crotone e Inter non aiutano la lucidità del nostro giudizio, ma seppur in lotta per l’Europa League la Samp sembra in un momento della stagione ampiamente negativo.
  2. Wallace (Lazio):
    Troppe sbavature in stagione per quello che dovrebbe essere il centrale di una squadra in lotta per la terza piazza in Serie A. Per un certo punto della stagione Inzaghi lo aveva promosso titolare ma il recupero completo di Bastos, l’esplosione di Felipe Luiz crediamo che questo finale di stagione non per lui non sarà positivo.
  3. Samir (Udinese):
    I friulani rientrano in quel lotto di squadre ormai senza obiettivi già da un pezzo. Samir potrebbe spesso lasciar spazio a Nuytinck in questo finale di stagione e anche se così non dovesse essere la sua media voto fino ad ora non è per nulla tranquillizzante. Un 5,45 che da solo ci dà tutte le spiegazioni del perché evitarlo nelle ultime schermaglie di campionato.
  4. Borja Valero (Inter):
    Mai incisivo a livello di bonus in stagione, fino ad un certo punto si è salvato fornendo prestazioni in linea con la sufficienza. Ultimamente in concomitanza con il calo dell’Inter il suo stato di forma è precipitato a picco. Le ultime due gare in cui i nerazzurri hanno ritrovato la quadra prima pareggiando contro il Napoli e poi strapazzando la Samp, hanno visto il regista spagnolo scivolare in panchina a vantaggio di Brozovic. Se le cose dovessero continuare ad andar bene, Spalletti potrebbe anche decidere di rinunciarvi per il resto del campionato.
  5. Alfred Duncan (Sassuolo):
    In eterno ballottaggio con Mazzitelli sembra star passando la sua peggior stagione da quando è con la maglia del Sassuolo. In un annata nella quale è stato fermato anche dagli infortuni ha trovato parecchie difficoltà ad imporre la sua straripante forza fisica. Per noi non ritroverà la vena perduta nel finale, anzi potrebbe andar peggio.
  6. Tomas Rincon (Torino):
    El General come è soprannominato da sempre non è mai stato un uomo da fantacalcio. Tanti gialli e pochi bonus fanno di lui uno di quei centrocampisti da tenere solo perché sempre titolari. Il suo Toro non ha obiettivi raggiungibili né tantomeno è invischiato nella lotta salvezza. Saranno nove giornate noiose, per lui e per chi punterà su di lui. Evitatelo.
  7. Nikola Kalinic (Milan):
    Il croato sembra l’unico della rosa rossonera a non aver beneficiato dell’avvento di Gennaro Gattuso in panchina. Assente, quasi svogliato per tutta la stagione nell’ultima gara è addirittura rimasto fuori dalla lista dei convocati. Con un André Silva apparso in momento di grazia – 2 gol decisivi nelle ultime 2 – potrebbe scivolare al terzo posto nelle gerarchie dell’attacco rossonero. Una resurrezione aspettata un anno intero e mai arrivata: una delle maggiori delusioni dell’anno fantacalcistico.
  8. Giovanni Simeone (Fiorentina):
    Spesso ci siamo trovati a raccontare di quanto Simeone sia un calciatore che tutti gli allenatori vorrebbero. Grinta, voglia di fare e di rincorrere gli avversari. Putroppo per noi però, non alleniamo in Serie A e per il fantacalcio ciò che ci interessa sono i bonus sopratutto quelli pesanti. Simeone – anche per le ragioni citate sopra – è spesso poco lucido sotto porta e sta facendo una fatica sovrumana a buttarla dentro. Ripetiamo la solfa del finale di stagione senza obiettivi per la sua Fiorentina, non aspettatevi sorprese: non tornerà ad incidere.
  9. Andrea Petagna (Atalanta):
    Discorso praticamente analogo a quello fatto per Simeone: Petagna non è un uomo gol. Poi se i pochi che cerca di fare gli vengono “derubati” – leggasi Gomez nello 0-5 con il Verona – la frittata è fatta. Con un Ilicic in grande spolvero Gasperini potrebbe inoltre puntare sul tridente con lo sloveno e Cristante a sostegno del Papu per la lotta all’Europa League. Spesso come già successo durante la stagione, Petagna potrebbe scivolare in panchina.
  10. Andrej Galabinov (Genoa):
    Promosso titolare a svantaggio del sempre acciaccato Lapadula e dell’infortunato Rossi, non ha mai davvero inciso nella stagione dei grifoni al contrario del compagno di reparto Pandev. Il ritorno di Pepito potrebbe dargli ancora meno occasioni. I soli tre gol in campionato non bastano assolutamente per pensare che possa aiutarci da qui al traguardo.

Consulta anche:

I nostri consigli per il fantacalcio sempre aggiornati