Juventus, Higuain shock: “In passato ho pensato di smettere”

Juventus, Higuain shock: “In passato ho pensato di smettere”

L’attaccante argentino si sofferma sulla chiamata in Nazionale, sul momento che sta attraversando e su due compagni in particolare

Grande momento questo per la Juventus ed il suo bomber, Gonzalo Higuain. Ne è la prova, la sua convocazione in nazionale per queste due amichevoli primaverili: l’Argentina affronterà prima l’Italia e poi la Spagna. “Prima non ero a posto fisicamente e non ero tranquillo, giusto che Sampaoli mi abbia tenuto fuori. Ho vissuto situazioni fuori dal campo che ti fanno vedere le cose in maniera diversa. Mia madre non stava bene ed io volevo smettere di giocare per starle vicino. Poi ho capito che non era quello che lei avrebbe voluto e mi sono ripreso. Adesso sto per diventare papà, ed è una cosa che ti cambia – esordisce il “Pipita” dal ritiro dell’Albiceleste ai microfoni di “TyC Sports”, che poi continua – La cosa brutta del calcio è che puoi segnare anche per 7 partite di fila, ma se non fai lo stesso all’ottava sei un fallito. Io però ho imparato ad ascoltare solo le critiche costruttive: chi non mi vuole bene, dovrà sopportarmi ancora a lungo“.

L’attaccante della Juventus si sofferma poi sul momento stagionale. “Sono 12 anni che tengo questo livello in Europa: non è per niente facile, richiede grande fatica fisica e mentale. Sono entrato nei migliori 10 marcatori con il Real Madrid oltrepassando quota 100 gol, e lo stesso ho fatto col Napoli. Con l’Argentina invece sono già tra i primi 6. Spero di toccare quota 100 reti il prima possibile pure con la Juventus – spiega Higuain, che infine conclude – Con Messi ho condiviso molte cose. Perdere tre finali consecutive è dura, ma arrivare a giocarle è già qualcosa. Dybala? Ha tutto il potenziale per essere un crack. Paulo è un amico e cerco di dargli sempre dei consigli: stare in una grande squadra alla sua età non è facile, io l’ho provato in Spagna. Rischia di bruciarsi subito e di montarsi la testa al primo complimento. Se riuscirà a gestire al meglio il tempo, potrà diventare uno dei migliori“.


💊 Pillola di Fanta

Non esiste discutere Gonzalo Higuain. A metà campionato ha avuto un netto periodo di flessione, ma ora è tornato ai suoi livelli. Decisivo più che mai in Champions League contro il Tottenham, ora vuole fare lo stesso in nazionale. Il finale di stagione con la Juventus è ancora tutto da giocare, ma il “Pipita” sa che a maggio il suo anno non è ancora finito: con tutta probabilità, sarà convocato per il Mondiale in Russia con la sua Argentina. SEMPRE AL TOP