Roma-Shakhtar Donetsk finisce 1-0, è festa giallorossa: la decide Dzeko

Roma-Shakhtar Donetsk finisce 1-0, è festa giallorossa: la decide Dzeko

I giallorossi rimontano il risultato dell’andata ed eliminano gli ucraini grazie a Dzeko: raggiunti i quarti di finale dopo 10 anni

La Roma deve recuperare la sconfitta per 2-1 dell’andata, obiettivo sicuramente difficile ma tutt’altro che impossibile. Gara che inizia su un sostanziale equilibrio: i giallorossi sono un po’ contratti, la tensione e l’importanza del match si fanno sentire. Nonostante gli spazi, entrambe le squadre sbagliano molto. Pericolosa discesa sulla sinistra di Kolarov che mette dentro per Dzeko, anticipato però da Pyatov in uscita bassa. Buona occasione per lo Shakhtar Donetsk al 32′ con Ferreyra che ruba palla a Fazio e si invola verso la porta di Alisson, ma da posizione defilata non centra lo specchio. La squadra di Di Francesco pressa alto gli avversari, ma quando ha palla la fa girare troppo lentamente. Tra i più attivi c’è Perotti, pericolo costante sul fianco destro ucraino. Le formazioni cominciano già ad allungarsi: gli ospiti rischiano molto con la difesa alta, ma la Roma non riesce a trovare il pertugio vincente. Senza troppe emozioni, termina quindi 0-0 il primo tempo all’Olimpico.

La seconda frazione riprende con i padroni di casa decisi a voler segnare, ed ecco che accade. Palla magica di prima di Strootman col mancino per Dzeko che si butta nello spazio: il bosniaco si allunga e di punta anticipa il portiere ucraino per l’1-0 (52′). La Roma continua ad attaccare e va ad un passo dal raddoppio, sempre con il suo centravanti (62′): contropiede di Nainggolan sulla destra che appoggia per Dzeko, il quale calcia di prima col destro cercando il secondo palo, ma il pallone esce di nulla. Altra occasione targata numero 9 giallorosso (67′): contropiede gestito meravigliosamente da Dzeko, che però davanti a Pyatov calcia alto con il sinistro. Gerson ha la possibilità di chiuderla sulla gran palla di Kolarov, ma ci mette troppo e alla fine non riesce a calciare come dovrebbe da ottima posizione (73′). Svolta della gara arriva al 78′: disattenzione difensiva dello Shakhtar, che regala palla a Dzeko. L’attaccante si invola verso la porta ma Ordets – ultimo uomo – è costretto a stenderlo: espulsione sacrosanta per il difensore. Fra il nervosismo generale (è arrivato anche uno spintone ad un raccattapalle giallorosso), la Roma mantiene il vantaggio ed ottiene la qualificazione. Di Francesco raggiunge così Allegri ai quarti di finale di Champions League. Venerdì alle 12 il sorteggio.

Roma-Shakhtar Donetsk 1-0 – il tabellino

Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Strootman, De Rossi, Nainggolan; Perotti, Dzeko (El Shaarawy 89′), Under (Gerson 65′) All. Di Francesco

Shakhtar Donetsk (4-2-3-1): Pyatov; Butko, Ordets, Rakitsky, Ismaily; Fred, Stepanenko (Patrick 74′); Marlos (Dentinho 82′), Taison, Bernard; Ferreyra All. Fonseca

MARCATORI: Dzeko al 52′

AMMONIZIONI: Manolas (R), Fred (S), Ferreyra (S)

ESPULSIONI: Ordets (S)

ASSIST: Strootman al 52′


💊 Pillola di Fanta

Dopo un primo tempo opaco, la Roma è venuta fuori alla grande. La decide Edin Dzeko, che trascina così ai quarti di finale i suoi compagni. In questa stagione di Champions League, il bosniaco è spesso stato decisivo: in 9 partite, ha totalizzato 4 gol e 3 assist. Dopo 10 anni, i giallorossi vanno oltre gli ottavi di finale. GIOIA