Sampdoria-Bologna, Donadoni: “Destro potrebbe partire dall’inizio”

Sampdoria-Bologna, Donadoni: “Destro potrebbe partire dall’inizio”

Conferenza stampa per Donadoni in vista di Bologna-Sampdoria: il tecnico parla di Destro, possibile titolare contro i blucerchiati, e delle condizioni di Pulgar e Palacio

Roberto Donadoni, allenatore del Bologna, ha parlato alla vigilia del match dei rossoblu contro la Sampdoria. Una partita che per gli emiliani ha una valenza sicuramente inferiore rispetto agli avversari, visti i 38 punti in classifica che fanno pensare ad un finale di stagione piuttosto tranquillo. Il tecnico ha però voluto chiarire che, alla sua squadra, le motivazioni non mancano: “La Sampdoria sta lottando per un posto in Europa League, noi abbiamo l’ambizione di migliorarci: dobbiamo volere i tre punti tanto quanto li vorranno loro”.

Donadoni torna poi sul successo contro il Verona: “Sicuramente è stata una giornata importante per aumentare il gap con le squadre di bassa classifica. Abbiamo fatto una prestazione importante che dobbiamo ripetere anche con squadre di livello più alto, come Napoli e Juventus per esempio. Il primo tempo abbiamo creato molto, nel secondo ci è mancata personalità. È il nervosismo che viene quando non riesci a concretizzare tutta la mole di gioco che produci”.

Sull’avversario di giornata: “Penso che la Sampdoria sia una buona squadra con un bel mix tra giovani e giocatori più esperti. Hanno avuto un calo, ma nel finale di stagione tutte le squadre devono attingere alle risorse residue con il fattore mentale che diventa sempre più importante”.

Sui singoli: “Voglio vedere come sta Destro, non penso aver giocato 90 minuti domenica possa essere un problema. Palacio già contro il Verona ha tirato la corda, ora è un po’ in debito d’ossigeno. Pulgar lo valuteremo nella rifinitura di oggi, nel caso non ce la faccia sono pronte le alternative tra cui Poli che sta bene”.

Tutto su Sampdoria-Bologna: orario, probabili formazioni e dove vederla

💊 Pillola di Fanta

Il recupero di Pulgar sarebbe sicuramente importante per il Bologna. Il cileno, oltre ad essere un buon tiratore dalla distanza, corre moltissimo: è l’unico giocatore nel nostro campionato a percorrere oltre 12 km a gara. MARATONETA