Torino-Milan, Gattuso: “Buona mentalità ma manca la finalizzazione”

Torino-Milan, Gattuso: “Buona mentalità ma manca la finalizzazione”

Vigilia di Torino-Milan, parla in conferenza stampa l’allenatore dei rossoneri Gattuso: “Non siamo bravi a finalizzare ma produciamo una grande mole di gioco”. Il tecnico difende poi Kalinic, “ingiusti i fischi dei tifosi”

Alla vigilia di TorinoMilan ha parlato in conferenza stampa Gattuso. I rossoneri sono a meno otto dal quarto posto quando mancano sei giornate alla fine: raggiungere la Champions è un’impresa quasi impossibile. Il maggior rimpianto dei tifosi è legato alla mancanza di un centravanti capace di segnare con regolarità, visto che, per un motivo o per l’altro, nessuna delle tre punte – Kalinic, Cutrone e Silva – ha garantito un buon rendimento sotto porta. Queste le parole del tecnico sulla fase offensiva della sua squadra: “Ci manca solo la finalizzazione. Siamo decimi per gol fatti, ma creiamo molte azioni pericolose. Sono contento per la mentalità, manca solo un po’ di cinismo. Spesso siamo anche sfortunati, dobbiamo continuare così senza abbatterci”.

Sull’avversario: “Il Torino è una squadra rognosa ben messa in campo, con un ottimo mix tra qualità e quantità: quando sono in condizione possono mettere in difficoltà chiunque. Belotti l’ho avuto a Palermo, ai tempi dissi che dopo Shevchenko era quello che più mi ha impressionato”.

Su Locatelli: “Ultimamente mi sta piacendo molto l’impegno che ci mette in allenamento, non è un caso che domenica sia entrato bene in partita”. Poi su Kalinic: “È un attaccante che si sa muovere molto bene, il gol è importante ma non merita tutti i fischi dei tifosi. L’importante è che noi come squadra continuiamo a supportarlo”.

Il tecnico parla poi di Suso: “Mi piace come sta giocando, anche se troppo spesso vuole la palla sui piedi. Sono contento quando prende palla e si accentra, penso che un giocatore così sia meglio averlo in squadra che doverlo affrontare. Faremo di tutto per tenerlo a Milano, ma al momento non pensiamo a questo”.

Su Calhanoglu: “Secondo me potrebbe fare bene giocando “alla Pirlo”. In questo momento comunque non possiamo sperimentare”. Su Ricardo Rodriguez: “Nelle ultime partite ha una personalità incredibile quando ha la palla e questo mi piace molto. Deve migliorare invece quando ribaltiamo l’azione”.

Infine sul mercato: “Arriveranno due o tre giocatori, non 20. Non aspettatevi delle rivoluzioni”.

Tutto su Torino-Milan: orario, probabili formazioni e dove vederla in t

💊 Pillola di Fanta

La stagione di Kalinic non è stata fin qui esaltante. Il fatto che Gattuso lo continui a schierare significa però che il croato, nonostante non sia un goleador, rimane un giocatore importante soprattutto per sviluppare la manovra rossonera. CAPRO ESPIATORIO