Fantacalcio, le 10 sorprese della Serie A 2017/2018

Fantacalcio, le 10 sorprese della Serie A 2017/2018

Da Alisson a Cutrone, passando per Ilicic e Skriniar: ecco le dieci sorprese del fantacalcio per il campionato di Serie A 2017/2018

Si è chiuso la scorsa domenica uno dei campionati di Serie A più belli degli ultimi anni. È così giunto al suo termine anche il fantacalcio, che come tutti gli anni ha regalato gioie e dolore ai fantallenatori sparsi in giro per l’Italia. In questo articolo andremo ad analizzare “le gioie”, ossia quei giocatori su cui nessuno o quasi ha puntato ad inizio stagione e che si sono invece rivelati vere e proprie sorprese. Dieci nomi di giocatori quasi tutti destinati ad essere riserve nelle varie fantarose e invece autori di stagioni eccezionali con annessi bonus.

Alisson (Roma): Alzi la mano chi, a settembre, si sarebbe aspettato una stagione del genere da parte dell’estremo difensore brasiliano. Un campionato praticamente perfetto quello del classe ’92, che ha rappresentato una vera e propria sicurezza nella retroguardia giallorossa. Alla fine i gol subiti in campionato sono stati 28: solamente la Juventus (24) ne ha incassati meno. Ad arricchire il suo rendimento le statistiche sui rigori: dei cinque fronteggiati Alisson è riuscito a respingerne due, quelli calciati da Inglese e Viviani.

Milan Skriniar (Inter): In estate sembrava esorbitante la cifra spesa dall’Inter per acquistare il centrale slovacco. Addirittura faceva sorridere pensare che i nerazzurri avessero speso di più per lui rispetto a quanto il Milan avesse sborsato per Musacchio, giocatore già affermato. Un campionato dopo i giudizi si sono ribaltati ed ora è chiaro a tutti come la società di Suning abbia trovato un vero e proprio gioiello. Il classe 1995 non ha saltato nemmeno un minuto in questa stagione ed i suoi numeri sono ottimi: quattro reti totali e due soli cartellini gialli.

Aleksander Kolarov (Roma): Il suo arrivo nella Roma, visti i trascorsi biancocelesti, ha fatto storcere il naso a molti tifosi giallorossi. Le perplessità riguardanti il suo acquisto sono presto svanite grazie ad una serie di prestazioni da vero top del ruolo. Soprattutto nella prima fase del campionato il serbo ha infatti trascinato Dzeko e compagni nelle posizioni nobili della classifica. Poi il suo rendimento è naturalmente calato, ma i numeri a fine campionato sono comunque eccezionali: due reti ma soprattutto sette assist lo rendono uno dei migliori terzini nel fantacalcio di quest’anno.

Adam Marusic (Lazio): Partito come riserva di Basta, l’esterno si è preso quasi subito il posto da titolare sulla fascia destra. Il montenegrino si è calato al meglio negli schemi di Inzaghi ed è diventato decisivo anche sotto porta: sono tre i suoi gol in questo campionato, così come gli assist. Il giocatore biancoceleste è diventato quindi uno dei difensori dal miglior rendimento al fantacalcio, grazie alle ottime prestazioni ed ai numerosi bonus.

Antonin Barak (Udinese): Così come spesso accade per i giocatori della società friulana, il nome di Barak era sconosciuto ai più fino a questo agosto. Il ceco ha inizialmente faticato ad imporsi nel nostro campionato, ma una volta sbloccatosi è diventato devastante. Dalla 10^ alla 18^ giornata sono infatti arrivati ben sei gol e due assist. Poi, complice il momento più che negativo di tutta la squadra, l’ex Slavia Praga non è riuscito a confermarsi nella seconda parte di stagione. Alla fine, comunque, il bilancio è ottimo: alla prima stagione in Serie A il classe 1994 ha chiuso con sette centri e quattro passaggi vincenti ai compagni.

Luis Alberto (Lazio): Ad inizio anno nessuno si sarebbe aspettato che lo spagnolo sarebbe potuto diventare un titolare nella Lazio di Inzaghi. Invece lo spagnolo, oltre a guadagnarsi un ruolo fondamentale nello scacchiere biancoceleste, si è rivelato uno dei migliori centrocampisti del campionato. L’ex Liverpool si è rivelato un top, anche e soprattutto in ottica fantacalcio: 11 reti e 13 assist sono numeri che nessun altro giocatore in quel settore del campo riesce ad eguagliare.

Josip Ilicic (Atalanta): Dopo anni difficili con la Fiorentina lo sloveno era chiamato all’ultima occasione: per il classe 1988 fallire anche con l’Atalanta sarebbe stata una pietra tombale per il proseguo della carriera. Un anno dopo il trequartista è cercato addirittura dall’Inter come possibile rinforzo per la prossima Champions League. Il segreto è probabilmente, ancora una volta, Gian Piero Gasperini: il tecnico è riuscito a ritagliare uno spazio importante ad Ilicic nonostante la difficile collocazione in campo e il giocatore lo ha ripagato con 11 reti (miglior marcatore degli orobici in campionato) e sei assist.

Patrick Cutrone (Milan): La doppietta nell’amichevole estiva contro il Bayern Monaco sembrava solamente una giornata particolarmente felice per l’attaccante classe 1998 e nulla più. Invece la prestazione contro i tedeschi è stata solo il preludio ad una stagione in cui l’attaccante ha sovvertito tutte le gerarchie che lo vedevano dietro a Kalinic e ad André Silva. Il suo bottino – dopo un campionato in cui ha giocato l’equivalente di 17 parte – recita 10 reti e quattro assist. Non male per i fantallenatori che hanno scommesso su di lui.

Kevin Lasagna (Udinese): Nonostante i diversi infortuni che lo hanno bloccato l’attaccante ex Carpi ha disputato un’ottima stagione. È stato spesso il giocatore che ha salvato l’Udinese: per esempio la doppietta in casa del Benevento, in un momento delicatissimo, ha permesso ai friulani di interrompere l’emorragia di sconfitte. Il suo rendimento al fantacalcio è stato ottimo visti i quattro assist oltre ai 12 gol realizzati. Da tenere d’occhio anche per l’anno prossimo, quando potrebbe avere alle sue spalle una squadra più performante.

Mirco Antenucci (Spal): L’acquisto di attaccanti “di categoria” come Borriello e Paloschi sembravano confinare l’ex Leeds verso una stagione in panchina. Invece il giocatore si è preso prima un posto negli 11 titolari e poi anche la fascia di capitano. La salvezza dei ferraresi è arrivata anche grazie alle prestazioni del classe 1984, trascinatore in campo e grande uomo spogliatoio. Gli 11 gol conditi da sei assist sono ottimi numeri, impreziositi dalla statistica sui rigori: dei cinque calciati sono tutti andati a segno.

Fantacalcio, la flop 11 della Serie A 2017/18