Inter, Ranocchia: “Durante la carriera sono stato vittima di cyber-bullismo. Accetterei di fare il capitano”

Inter, Ranocchia: “Durante la carriera sono stato vittima di cyber-bullismo. Accetterei di fare il capitano”

In vista dell’importante finale di campionato, ha parlato il difensore dell’Inter Andrea Ranocchia

A due giornate dal termine del campionato, l’Inter è ancora in corsa per conquistare un posto in Champions League. I nerazzurri, dopo un momento no della stagione, sono infatti tornati in carreggiata e adesso sono pronti a giocarsi il quarto posto con la Lazio. In vista della fine del campionato – a Il Giorno – ha parlato il difensore dei nerazzurri Andrea Ranocchia: “Accetterei la fascia di capitano dell’Inter, sono consapevole di quel che sono, per cui vivo tutto con grande entusiasmo. Anche la corsa Champions che stiamo vivendo. Sudiamo ogni giorno per questo traguardo. Certo, dovessimo fallire sarebbe un dispiacere enorme“.

Con l’approdo di Spalletti in panchina c’è stato un miglioramento: “A inizio anno fece un gesto per difendere me e il gruppo da un tifoso che mi aveva insultato a bordo campo in ritiro, è qualcosa per cui lo ringrazierò sempre. Io valuto l’uomo, la persona. In più ho un metro di giudizio che è quello del campo rispetto agli anni passati. Ce la stiamo giocando, nonostante un periodo difficile in inverno. Siamo stati bravi a gestirlo“.

Ranocchia ha poi parlato di alcuni spiacevoli episodi avvenuti nel corso della sua carriera: “Avere una stabilità famigliare aiuta tantissimo. Senza mia moglie Giulia non so cosa mi sarebbe successo in questi anni. Chiamando le cose con il loro nome, io sono stato vittima di cyber-bullismo durante la mia carriera. Ci sono stati periodi complicati. I social ci dovrebbero dare una responsabiltà enorme, al contrario mi sembra sia cresciuto il livello di ingenuità e cattiveria. C’è stato un momento in cui sono stato insultato in ogni modo. Quando vai in difficoltà ti puoi lasciare trasportare, ed è la reazione sbagliata, oppure fai un altro giro di maniche e lavori. Gli stessi media dovrebbero fare attenzione, anche solo nei toni con cui si scrive una pagella. Quando qualcosa è scritto è scritto, viene letto da milioni di persone e fa montare la cattiveria“.

Non solo brutte notizie però, presto ne arriverà una molto bella: “Mi sono sposato a giugno e adesso con mia moglie Giulia aspettiamo un bambino che arriverà tra due settimane. Dall’altro lato ho perso mia nonna a gennaio e un amico come Davide Astori, con cui sono stato compagno di stanza. È qualcosa che ti colpisce profondamente, sinceramente non credo di aver realizzato ancora quanto accaduto. Un colpo pesante. Dai ancora più valore alle cose più semplici“.

Serie A, tutto su Inter-Sassuolo: orario, probabili formazioni e dove vederla

💊 Pillola di Fanta

Anche se in stagione non ha trovato molto spazio, quando chiamato in causa Andrea Ranocchia ha dato una mano alla squadra. Nell’ultima giornata contro l’Udinese ha anche trovato il secondo gol al secondo tiro consecutivo in porta, portando il suo score stagionale in campionato a due gol in nove presenze. RISERVA