Bologna, Inzaghi si presenta: “Chi è qui deve essere felice”

Bologna, Inzaghi si presenta: “Chi è qui deve essere felice”

Pippo Inzaghi è il nuovo allenatore del Bologna. Ecco le sue parole nella conferenza stampa di presentazione

Dopo due grandi stagione al Venezia, Pippo Inzaghi ha scelto il Bologna. Un’avventura importante per l’ex attaccante, che fa il suo ritorno in Serie A. Nella conferenza stampa di presentazione è stato lo stesso allenatore a raccontare le sue emozioni e sensazioni.

Inzaghi, le sue prime parole

Il neo tecnico degli emiliani ha innanzitutto voluto ringraziare la società: “Voglio ringraziare la dirigenza, perché da quando sono arrivato mi hanno fatto sentire a casa. Qui c’è un progetto, una struttura e una società importante. Non vendo fumo. Penso che per allenare bene ci vogliano società, tifosi e squadra e qui credo che ci sia tutto questo“. Inzaghi lancia poi un messaggio chiaro ai giocatori: “Chi è qui deve essere felice. Chi non pensa che Bologna sia qualcosa di magico con me non gioca. Io sono felice di essere qui. Se mi avessero proposto dieci anni di contratto avrei firmato senza alcun tipo di problema“.

Inzaghi, dal modulo ai singoli

L’allenatore dei felsinei ha parlato anche del suo modulo e di alcuni singoli: “Io non sono un allenatore che pensa che il mio sistema di gioco sia quello vincente. Credo che bisogna essere in grado di adattarsi a varie soluzioni. Potremmo giocare con un 4-3-3 o un 3-5-2. Vedremo. Destro? Sono qui da un giorno e mezzo. Parlerò con lui, ma come con tutti gli altri giocatori. Chi vorrà stare qui deve sapere che il posto va guadagnato e non ha nulla di diritto“. Infine un’inevitabile battuta sul mercato: “Abbiamo una base buona con giocatori che possono crescere molto. Abbiamo le stesse idee su come migliorare la rosa. Sono convinto che faremo le scelte giuste“.

💊 Pillola di Fanta

Per Pippo Inzaghi si tratta di un ritorno in Serie A. Superpippo ha infatti allenato il Milan nella stagione 2014/15, chiudendo al decimo posto in classifica. Per lui ora l’occasione di dimostrate il suo valore anche in panchina. RISCATTO