Calciomercato Milan: respinto un sondaggio del PSG per Bonucci

Calciomercato Milan: respinto un sondaggio del PSG per Bonucci

Il capitano rossonero era arrivato l’estate scorsa dopo diverse stagioni alla Juventus, non perdendo però tanti estimatori

Non solo Buffon. Gli sceicchi del PSG sono affascinati dai giocatori italiani più rappresentativi, e dopo il lungo corteggiamento all’ex capitano della Juventus adesso puntano anche quello del Milan. Leonardo Bonucci, infatti, sarebbe stato sondato dal club francese, ma la società rossonera avrebbe risposto picche.

Le ragioni del Milan per non vendere Bonucci

Stando a quanto riportato da Tuttosport, la situazione societaria precaria e la possibile esclusione dalle coppe avevano spinto il PSG, graziato dall’UEFA per le varie vicende di irregolarità nei trasferimenti, a fare un tentativo per il difensore rossonero, offrendo magari una contropartita tecnica. Ma il Milan ha fatto una scelta ben precisa su Bonucci, investendo una cifra ingente solo un anno fa e nominandolo capitano, e per questo non c’è offerta che tenga.

Le ragioni di Bonucci per non andare via

Dal canto suo, in questa indiscrezione, non è stato fatto cenno della volontà dell’ex difensore bianconero. Di certo la stagione si è rivelata essere decisamente al di sotto delle aspettative, e lui in molte circostanze è stato uno dei principali responsabili delle disfatte della squadra di Montella prima e Gattuso poi. Ma la scorsa stagione anche Bonucci ha scelto consapevolmente il Milan, rinunciando alla corte di top club come Manchester City e Chelsea pur di rimanere in Italia e non costringere la propria famiglia a un cambiamento di vita radicale. Per questo e per quanto detto prima, nonostante il calciomercato sia sempre ricco di colpi di scena, difficilmente Bonucci si trasferirà al PSG, almeno per ora.

💊 Pillola di Fanta 

L’apporto di Bonucci in chiave offensiva quest’anno, come nelle stagioni in bianconero, non è mancato, riuscendo a finire nel tabellino dei marcatori in due occasioni. Tuttavia c’è stato un peggioramento in ottica malus: se le ammonizioni totali sono state 5, mantendosi nella media, dall’altro lato ha già subito un’espulsione, cosa che alla Juventus gli era successa solo due volte. IN CALO