Consigli Fantacalcio, le 7 sorprese per la prima giornata del fantamondiale

Consigli Fantacalcio, le 7 sorprese per la prima giornata del fantamondiale

Sette nomi consigliati per una partenza con il botto in questo fantamondiale, da Akinfeev a Rebic

Il fantamondiale è ormai alle porte ed è tempo di fare delle scelte. Che si tratti di trovare qualche nome a sorpresa per l’asta o di decidere come completare la formazione titolare, ecco alcuni giocatori su cui puntare ad occhi chiusi per la prima giornata. Partire con il piede giusto è fondamentale, soprattutto in un fantacalcio breve come quello per il Mondiale di Russia 2018, dove ogni giornata può essere decisivo.

Ecco 7 giocatori che potrebbero rilevarsi delle sorprese per il fantamondiale

Akinfeev (Russia): per mantenere alto l’interesse nei confronti della competizione fin dall’inizio, come portiere consigliato c’è il titolare della squadra padrona di casa. Impiegato nella gara inaugurale contro l’Arabia Saudita, il numero uno del CSKA Mosca ha alte possibilità di mantenere la porta inviolata. La difesa e la solidità sono il punto di forza della nazionale russa, ragion per cui gli 11 crediti da spendere per aggiudicarsi il suo portiere potrebbero essere ripagati con gli interessi. Almeno per questa prima giornata.

Tagliafico (Argentina): è vero, l’Islanda è una nazionale insidiosa da affrontare e gli scorsi Europei ne hanno dato prova. Tuttavia l’Albiceleste ha l’obbligo di vincere e convincere già dalla prima giornata. Perdere punti in quella che, sulla carta, è la gara più agevole del girone renderebbe ancor più insidiose le sfide con Croazia e Nigeria. Inoltre, se i nordeuropei spiccano per grande organizzazione tattica, non sono certo noti per il loro gioco offensivo. Quindi largo al terzino dell’Ajax, quotato solo 4, che potrebbe rivelarsi la carta giusta per innescare lo straordinario attacco argentino.

7 consigli low cost per il fantamondiale

Trippier (Inghilterra): il terzino del Tottenham è atteso dall’agevole partita con la Tunisia. Gli inglesi spingeranno forte sull’acceleratore, facendo valere le loro principali qualità: velocità e freschezza. La propensione ad offendere più che a difendere degli esterni bassi tunisini potrebbe aprire grosse voragini. Inoltre, un finalizzatore spietato come Kane aumenta la probabilità che i cross si trasformino in assist. Insomma, 10 crediti ben riposti.

Uribe (Colombia): le ultime indiscrezioni vedono lui titolare in avanti a sinistra nel 4-2-3-1 di Pekermann. In nazionale è ancora a zero bonus, ma nell’ultima stagione ha realizzato 11 gol e 2 assist. Non male per un centrocampista, per di più quotato solo 5 crediti. Il Giappone potrebbe essere l’avversario giusto per sbloccarsi anche con la maglia dei Cafeteros.

Tutto quello che c’è da sapere sui mondiali di Russia 2018

Nandez (Uruguay): il rischio di dover rincorrere l’imprendibile Salah sembra ormai lontano per l’esterno sudamericano. Il formidabile attaccante egiziano non dovrebbe infatti essere della partita: una grave assenza, che peserà molto anche dal punto di vista psicologico sugli africani. L’Uruguay vorrà subito rendere chiare le gerarchie del girone e il suo esterno sarà libero di svariare in attacco. I 10 crediti che servono per aggiudicarselo potrebbero essere un investimento valido per tutto il girone.

Rebic (Croazia): 9 crediti per un attaccante titolare già di per sè sono un affare. Effettivamente l’ex Fiorentina non è un inamovibile, ma nella prima partita del girone pare destinato a partire dal primo minuto. La Nigeria è una nazionale imprevedibile, ma poco organizzata dietro e decisamente predisposta ad un gioco più spregiudicato. Il croato potrebbe regalare più di un bonus e, chissà, magari rilanciare la sua candidatura per una maglia da titolare anche nelle prossime partite.

Moussa Sow (Senegal): l’esperto attaccante africano è pronto a prendersi il posto da titolare al centro del reparto offensivo della sua nazionale. Lo affiancheranno esterni di grande livello come Niang, Keita e soprattutto Manè. Non è più quello dei fasti al Lille e al Fenerbahce, ma sicuramente sa come fare male. Anche lui è quotato 9 crediti, ragione in più per accettare la scommessa e schierarlo contro la Polonia.

Consulta le fantaschede di tutte le squadre partecipanti a Russia 2018